NAPOLI, CHIOSTRO DI SAN DOMENICO MAGGIORE : BUON COMPLEANNO SOMMO POETA

No Any widget selected for sidebar

NAPOLI, CHIOSTRO DI SAN DOMENICO MAGGIORE : BUON COMPLEANNO SOMMO POETA

condividi in facebook

VENERDI’ 12, DOMENICA 14, GIOVEDI’ 18 E GIOVEDI’ 25 GIUGNO DALLE ORE 21.30DANTE2

Quattro serate dedicate a Dante Alighieri in occasione del 750esimo anniversario della nascita
Buon compleanno Poeta al Chiostro di San Domenico Maggiore a Napoli
è un progetto ideato da Domenico Maria Corrado per celebrare anche a Napoli i 750 anni della Nascita del Sommo Poeta, Dante Alighieri.
Esso è mutuato dalla decennale esperienza di divulgazione dell’Opera di Dante Alighieri che la Tappeto Volante ha maturato nella realizzazione del Progetto “ il Divino Viaggio del Sommo Poeta” che consiste nella rappresentazione itinerante delle tre cantiche della Divina Commedia, nelle Grotte di Castelcivita per l’Inferno, nella Certosa di Padula per il Purgatorio e nel Castello di Arechi a Salerno per il Paradiso.
Il progetto, patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, è curato e organizzato dalla Associazione Guviden – i semi dell’amore e dalla Tappeto Volante srl, e viene proposto nel chiostro del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, nel cuore del Centro Storico di Napoli, nelle serate di: Venerdì 12, Domenica 14, giovedì 18 e giovedì 25 Giugno. Dalle ore 21.30.
In ognuna delle quattro serate, saranno proposte l’esegesi la declamazione e la spettacolarizzazione di tre canti dell’Inferno del Purgatorio e del Paradiso di Dante, con la partecipazione degli Attori Ciro Zangaro, Rodolfo Medina, Francesca Iovine e Laura Pagliara, la performer Antonella Migliore il sassofonista Gianmarco Santarpino e con la partecipazione straordinaria del Percussionista Ciccio Merolla.
Il programma prevede:
Venerdì 12 giugno ore 21.30 :
canto secondo dell’Inferno
« questo canto tratta l’auttore come trovò Virgilio, il quale il fece sicuro del cammino per le tre donne che di lui aveano cura ne la corte del cielo. »
Canto quinto dell’Inferno
« nel quale mostra del secondo cerchio de l’inferno, e tratta de la pena del vizio de la lussuria ne la persona di più famosi gentili uomini. »
Canto trentatreesimo dell’ Inferno
« ove tratta di quelli che tradirono coloro che in loro tutto si fidavano, e coloro da cui erano stati promossi a dignità e grande stato; e riprende qui i Pisani e i Genovesi. »
Domenica 14 Giugno ore 21.30
Canto quinto del Purgatorio
« ove si tratta de la terza qualitade, cioè di coloro che per cagione di vendicarsi d’alcuna ingiuria insino a la morte mettono in non calere di riconoscere sé esser peccatori e soddisfare a Dio; de li quali nomina in persona messer Iacopo di Fano e Bonconte di Montefeltro. »
Canto tredicesimo del Purgatorio
« dove si tratta del sopradetto girone secondo, e quivi si punisce la colpa della invidia; dove nomina madonna Sapìa, moglie di messer Viviano de’ Ghinibaldi da Siena, e molti altri. »
Canto diciannovesimo del Purgatorio
« ove tratta de la essenza del quinto girone e qui si purga la colpa de l’avarizia; dove nomina papa Adriano nato di Genova de’ conti da Lavagna. »
Giovedì 18 giugno ore 21.30
Canto Terzo del Paradiso
« nel quale si tratta di quello medesimo cielo de la Luna e di certi spiriti che appariro in esso; e solve qui una questione: cioè se li spiriti che sono in cielo di sotto vorrebbero esser più sù ch’elli siano. »
canto Diciassettesimo del Paradiso
« nel quale il predetto messer Cacciaguida solve l’animo de l’auttore da una paura e confortalo a fare questa opera. »
canto Trentatreesimo del paradiso
« il quale è l’ultimo de la terza cantica e ultima; nel quale canto santo Bernardo in figura de l’auttore fa una orazione a la Vergine Maria, pregandola che sé e la Divina Maestade si lasci vedere visibilemente.
Giovedì 25 giugno e 21.30
Canto decimo dell’ inferno
« ove tratta del sesto cerchio de l’inferno e de la pena de li eretici, e in forma d’indovinare in persona di messer Farinata predice molte cose e di quelle che avvennero a Dante, e solve una questione. »
Canto Tredicesimo dell’Inferno
« ove tratta de l’esenzia del secondo girone ch’è nel settimo circulo, dove punisce coloro ch’ebbero contra sé medesimi violenta mano, ovvero non uccidendo sé ma guastando i loro beni. »
Canto ventiseiesimo dell’Inferno
« Canto XXVI, nel quale si tratta de l’ottava bolgia contro a quelli che mettono aguati e danno frodolenti consigli; e in prima sgrida contro a’ fiorentini e tacitamente predice del futuro e in persona d’Ulisse e Diomedes pone loro pene. »
Canto trentaquattresimo dell’Inferno
« ultimo de la prima cantica di Dante Alleghieri di Fiorenza, nel qual canto tratta di Belzebù principe de’ dimoni e de’ traditori di loro signori, e narra come uscie de l’inferno. »
inoltre, grazie alla collaborazione della associazione di Sommelier “Vingustando” ad ognuna delle quattro Serate sarà abbinata la degustazione di un Vino particolare. 4 Grandi Vini per 4 Grandi Serate, 4 grandi Vitigni per 4 Regioni, per celebrare il Di…Vino Viaggio dle Sommo Poeta a Napoli.
Alla prima sera sarà abbinato il ” Morellino di Scanzano” vino prodotto nella zona di Grosseto ( Toscana) dal colore intenso e con profumi equilibrati.
Alla seconda serata sarà abbinato il ” Lacryma Christi” Vino prodotto nella zona del Vesuvio ( Campania) su terreni vulcanici e minerali.
Alla Terza serata sarà abbinato il ” Nero D’avola” proveniente dalla meravigliosa terra Siciliana ( Sicilia) dal colore rubino con grandi note minerali.
Infine alla Quarta serata sarà abbinato il ” Nebbiolo” di Piemonte grande Vino italiano molto elegante, equilibrato e longevo.
costo del Biglietto 12.00 euro per persona esclusa la Degustazione dei vini che è facoltativa e va pagata a consumo direttamente in al Banco.
info e prenotazioni: Tappeto Volante 0818631581

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti