CORTE DI CASSAZIONE:LA DEMOLIZIONE DI ABUSO EDILIZIO NON VA PRESCRITTA

No Any widget selected for sidebar

condividi in facebook

La  Suprema corte di Cassazione ha stabilito
che la prescrizione non si applica all’ordine di demolizione
degli abusi edilizi deciso dal giudice penale e che, in Italia,
non può trovare diretta applicazione la giurisprudenza della
Corte di Strasburgo orientata a non tollerare pene senza termine
di prescrizione. La demolizione è una sanzione amministrativa e
non una pena “nel senso individuato dalla Corte Edu e non è
soggetta alla prescrizione”. Il caso sollevato viene da Ischia ed
i supremi giudici – presidente Luca Ramacci, relatore Giuseppe Riccardi – hanno dichiarato
“inammissibile” il ricorso del proprietario di una casa
realizzata nell’isola , afflitta da alte percentuali di
abusivismo, in località Barano. Il difensore di Giorgio D.S. –
79 anni – aveva chiesto che fosse dichiarata la prescrizione
dell’ordine di demolizione di un manufatto agricolo, edificato
senza permesso nel 1995, e trasformato in civile abitazione
ultimata nel 2004. Il Tribunale di Napoli, sezione distaccata di
Ischia, in funzione di giudice dell’esecuzione, aveva rigettato
l’istanza di revoca o annullamento dell’ingiunzione a demolire
con ordinanza emessa il due marzo del 2015. La Cassazione ha
dato piena legittimazione al via libera alla distruzione
dell’edificio abusivo e al ripristino della situazione
originaria.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti