SORRENTO – CONTINUANO GLI ENORMI DISAGI PER L’ESECUZIONE DI LAVORI LUNGO LE STRADE ED IN MODO PARTICOLARE LUNGO IL CORSO ITALIA.

SORRENTO – CONTINUANO GLI ENORMI DISAGI PER L’ESECUZIONE DI LAVORI LUNGO LE STRADE ED IN MODO PARTICOLARE LUNGO IL CORSO ITALIA.

SORRENTO – CONTINUANO GLI ENORMI DISAGI PER L’ESECUZIONE DI LAVORI LUNGO LE STRADE ED IN MODO PARTICOLARE LUNGO IL CORSO ITALIA.

condividi in facebook

SORRENTO – CONTINUANO I DISAGI PROVOCATI DAI CANTIERI IN CITTÀ.
GLI AUTOMOBILISTI, COSÌ COME CENTAURI ED AUTISTI DEI MEZZI PUBBLICI, DEVONO FARE I CONTI CON LE PESANTI LIMITAZIONI AL TRAFFICO E GLI ENORMI DISAGI PER L’ESECUZIONE DI LAVORI STRADALI ED IN MODO PARTICOLARE LUNGO IL CORSO ITALIA.

DISAGI A NON FINIRE… NEMMENO LE AMBULANZE VENGONO RISPETTATE, NÉ  L’INGRESSO DELL’OSPEDALE VIENE TENUTO LIBERO.
IL TRATTO DI STRADA CHE VA DALL’INIZIO DEL CORSO ITALIA SINO ALL’HOTEL TIRRENIA, INIZIO DI VIA CAPO, E’ UN VERO E PROPRIO “INFERNO”, PARCHEGGIO SELVAGGIO DI MEZZI VARI CHE OSTACOLANO ENORMEMENTE LA CIRCOLAZIONE DI VIGILI NEMMENO L’OMBRA,SOLO A CHIAMATA DIRETTA DI QUALCHE DIRIMPETTAIO.

LE VARIE ORDINANZE EMANATE DAL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE, ANTONIO MARCIA, SEMBRANO ESSERE “CARTA STRACCIA”, O PERLOMENO SOLO CARTA…
CHI LE FA OSSERVARE?

DOVE SONO I VIGILI URBANI?

CHI CONTROLLA L’ANDAMENTO DEI LAVORI, SPECIALMENTE AL CORSO ITALIA?
TUTTI INTERROGATIVI CHE NON TROVANO ALCUNA RISPOSTA!

INTANTO IL DISAGIO CRESCE, COME PURE LO SCONFORTO IN PREVISIONE DELLA PROSSIMA FESTA DI SANT’ANTONINO. UNA SOLA DOMANDA CORRE SULLE LABBRA DI OGNI SORRENTINO: “DOVE PASSERA’ LA PROCESSIONE DEL SANTO PER ANDARE DALL’OSPEDALE  ALLA CATTEDRALE E POI DALLA CATTEDRALE ALLA PIAZZA E FARE RIENTRO IN BASILICA?
INOLTRE I SORRENTINI SI CHIEDONO: QUALE SARÀ IL PERCORSO DELLA PROCESSIONE DEL SANTO?
E LE PROCESSIONI DEL VENERDI’ SANTO? …
IN UN PAESE SERIO E CIVILE, AMMINISTRATO CON “COSCIENZA ED AMORE” LA COSA PIÙ NATURALE SAREBBERO LE DIMISSIONI DELl’ ASSESSORE AL CORSO PUBBLICO E LA DEFINITIVA RIMOZIONE DEL “COLONNELLO” DELLA POLIZIA MUNICIPALE.
SENZA PARLARE DELL’UFFICIO TECNICO: UNA VOLTA SI ADDEBITAVANO TUTTE LE COLPE ALL’EX INGEGNERE DIRIGENTE, MA DALLA SUA USCITA DI SCENA – AVVENUTA DA ANNI – NON E’ CERTO CAMBIATO IN MEGLIO LA SITUAZIONE, ALMENO SUL SERVIZIO DI “VIGILANZA” SUI TEMPI E MODI DEI LAVORI PUBBLICI.
SAREBBE INTERESSANTE, COMUNQUE CONOSCERE IL CRONO CALENDARIO DEI LAVORI SUL CORSO E DI QUANTI GIORNI DI RITARDO HANNO ACCUMULATO… I CITTADINI MERITANO DI SAPERE.
SI ATTENDE UN MIRACOLO… FORSE PROPRIO SANT’ANTONINO, O NEMMENO LUI CE LA FA PIÙ?

Gaetano Milone

Related Posts

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti