PIANO DI SORRENTO – MADONNA DI ROSELLA:PARCHEGGIO E PULMANN BLOCCANO IL TRAFFICO!IL WWF SCRIVE NUOVAMENTE AL COMUNE

PIANO DI SORRENTO – MADONNA DI ROSELLA:PARCHEGGIO E PULMANN BLOCCANO IL TRAFFICO!IL WWF SCRIVE NUOVAMENTE AL COMUNE

PIANO DI SORRENTO – MADONNA DI ROSELLA:PARCHEGGIO E PULMANN BLOCCANO IL TRAFFICO!IL WWF SCRIVE NUOVAMENTE AL COMUNE

condividi in facebook

PIANO DI SORRENTO – MADONNA DI ROSELLA:
PARCHEGGIO E PULMANN BLOCCANO IL TRAFFICO!
IL WWF SCRIVE NUOVAMENTE AL COMUNE

Con una nuova nota il WWF Terre del Tirreno, a distanza di due mesi dalla precedente missiva, torna a chiedere delucidazioni al Comune di Piano di Sorrento, interessando stavolta anche la Procura della Repubblica.

Ad inizio aprile il WWF aveva segnalato all’UTC, alla Polizia Municipale ed ai Carabinieri del Comune di Piano di Sorrento la realizzazione tramite stesura al suolo di cemento e materiale bituminoso in un fondo, il cui accesso è sito alla fine di via Bagnulo, di una vasta area utilizzata, ormai da anni, come parcheggio per autovetture e autobus turistici di servizio all’albergo Albatros.

Nell’area in oggetto il WWF segnalava anche alcuni manufatti e tettoie in lamiera, immediatamente addossate al campanile della chiesa settecentesca di S. Maria delle Grazie detta di Rosella, e come in tale fondo fossero rimasti ormai solo pochi sparuti alberi di agrumi, di recente ulteriormente potati, posti al confine con un’altra area utilizzata anch’essa come parcheggio di auto con accesso da via Cassano.

“La cosa più assurda – sottolineano gli attivisti del WWF – è che gli autobus turistici per accedere all’area parcheggio in questione percorrono necessariamente, ormai da anni, l’ultimo tratto di Via Bagnulo in contromano creando, per effettuare le complesse manovre, notevole intasamento di traffico e relativo inquinamento atmosferico!”

Visto tra l’altro che parrebbe che nell’area in questione risultino già effettuati in passato accertamenti che non hanno tuttavia sortito alcun effetto, tenendo conto che l’area risulta ancora destinata a sosta di autobus turistici ed altri mezzi come pure l’area adiacente con accesso da via Cassano, il WWF, dopo due mesi dall’invio della prima segnalazione, ha riscritto al Comune, e per conoscenza alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, chiedendo di conoscere, in relazione alla legittimità della destinazione d’uso dell’area e ai presunti abusi edilizi segnalati, se e quali accertamenti e/o provvedimenti (attività inibitorie o di sospensione dell’attività) siano stati emessi.

Redazione

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti