SORRENTO: CINQUANTA I COMMERCIANTI NON IN REGOLA PER IL PAGAMENTO DELLA TASSA DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO PER UN AMMONTARE DI CIRCA CINQUECENTOMILA EURO

SORRENTO: CINQUANTA I COMMERCIANTI NON IN REGOLA PER IL PAGAMENTO DELLA TASSA DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO PER UN AMMONTARE DI CIRCA CINQUECENTOMILA EURO

SORRENTO: CINQUANTA I COMMERCIANTI NON IN REGOLA PER IL PAGAMENTO DELLA TASSA DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO PER UN AMMONTARE DI CIRCA CINQUECENTOMILA EURO

condividi in facebook

Sorrento Comune, parola d’ordine:” Io non vedo, non sento, non parlo” . Ancora una volta  ad accorgersi che il diavolo ha fatto le pentole ma non i coperchi  il Movimento civico “Conta anche Tu” ed i Vas (Verdi, Ambiente e Società), segnalando all Procura della Corte dei Conti, alla Procura della -Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata ed all’autorità Nazionale Anticorruzione che ci sono sul territorio del comue di Sorrento, come certificato dagli uffici comunali,ben 50  attvità commercialinon in regola con il pagamento della tassa di occupazione pubblica per un totale compreso il 2019, di 477.159.56 euro e che “nonostante tali inadempienze dagli uffici comunali preposti si continua a rinnovare tali concessioni, in pieno contrasto con le norme emanate nello specifico del Comune. Che dire o meglio che pensare. Siamo in mano ad incompetenti o a personale che continua – secondo quanto segnalato ormai nel quotidiano dalle associazioni a garanzia della legalità, ad usare la cosa pubblica secondo proprie interpetrazioni (i vigili sono in questo maestri, vedi le multe per divieto di sosta a mezzi eletrrici), ignorando leggi e regolamenti?. Chi controlla il controllore recita un antico adagio ora più che mai di attualità a Sorrento dove sembrano delinearsi tempi lunghi anche per la nomina del nuovo comadante dei vigili.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti