SANT’AGNELLO: PER NON PERDERE LA MEMORIA. VIA ETERE I CORI DELLA SETTIMANA SANTA

SANT’AGNELLO: PER NON PERDERE LA MEMORIA. VIA ETERE I CORI DELLA SETTIMANA SANTA

SANT’AGNELLO: PER NON PERDERE LA MEMORIA. VIA ETERE I CORI DELLA SETTIMANA SANTA

condividi in facebook

SANT’AGNELLO: DISTANTI MA UNITI NELLA PROCESSIONE GRAZIE AI CORI DIFFUSI VIA ETERE DALLA SOCIETA’ DI SERVIZI CAPUTO TECNO SOUND.
Anche la Vita Cristiana ha dovuto adeguarsi a questo momento storico così difficile. Come riporta Aleteia, sito di condivisione mondiale di fede cristiana, le misure particolari messe in campo in questa emergenza sanitaria senza precedenti, sono un’occasione per ricordare alcune verità di fede: la presenza di Cristo nell’Eucaristia, la differenza tra il dovere di santificare le feste e il precetto domenicale, l’origine storica della preghiera del rosario, il valore della fisicità nei sacramenti, la verità della Comunione dei Santi.
La Settimana Santa è uno dei momenti più importanti per la Chiesa, nei giorni che precedono la celebrazione della Pasqua.
La fede in questi giorni in Penisola Sorrentina è stata sempre vissuta tra processioni sino a notte fonda, celebrazioni, sepolcri, preghiera.
A causa della “crisi da Coronavirus”, però le Arciconfraternite della Penisola Sorrentina sono state costrette a rinunziare alla “condivisione fisica” del momento di preghiera e fede, rispettando così la lontananza sociale imposta.
Tutto questo però non è servito ad arrestare la voglia di sentirsi parte della comunità cristiana.
“La rete internet “diventa il luogo privilegiato di preghiera e condivisione, aumentando il senso di appartenenza e di solidarietà.
Sant’Agnello è il paese apripista all’utilizzo della rete e dei social al servizio della preghiera e della fede cristiana durante la settimana Santa, grazie al contributo della società di servizi, Caputo Tenco Sound del patron Salvatore Caputo, supportato dalla Venerabile Confraternita del Sacro Cuore di Maria ei San Giuseppe, della Reale Arciconfraternita del SS. Sacramento e Natività di Maria Vergine e della Venerabile Arciconfraternita del Gonfalone dei Santi Prisco ed Agnello.
L’idea nasce dal creare e condividere una relazione potente di spiritualità cristiana anche stando lontani.
Il programma prevede la diffusione via etere del Coro del Miserere e dei rispettivi canti femminili sia durante la processione del “Cristo orante nel Getsemani” sia per la “Madonna addolorata”, che ultima del “Cristo morto”.
Il messaggio dei Priori  è quello di costruire un “Martirio” in memoria della passione e della morte di nostro Signore Gesù utilizzando il materiale che si ha a disposizione, nonché  partecipare durante la sera del giovedì sera, nonché della notte e del venerdì sera, alla processione immaginaria restando a casa accompagnando con la preghiera il percorso di adorazione in diretta dalle Chiese su Facebook.
La società di servizi per consentire una trasmissione completa dei cori in programma alle ore 20,15 e 23,00 del giovedì sera ed alle ore 6,30 del mattino di venerdì e della sera stessa di quest’ultimo giorno ha disposto una ragnatela di cavi sui tetti dei palazzi più alti di Sant’Agnello su una circonferenza di quasi un chilometro avente come punto di epicentro la Piazza Matteotti.
Tale predisposizione consentirà a tutta la collettività di ascoltare e pregare in spiritualità, restando a casa.

L’iniziativa è stata valutata positivamente anche da altre Confraternite della Penisola Sorrentina, appartenenti ai Comuni di Sorrento e Piano di Sorrento, sempre con il sostegno della società Caputo Tecno Sound.( G. D. E.).
G.D.E.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti