Coronavirus ,anche le lacrime sono fonte di contagio.

Coronavirus ,anche le lacrime sono fonte di contagio.

Coronavirus ,anche le lacrime sono fonte di contagio.

condividi in facebook

All’ Ospedale Spallanzani di Roma è stato isolato il coronavirus nelle lacrime di una paziente, ancora positivo sino a 27 giorni dal ricovero, quando i campioni del distretto respiratorio non mostravano più tracce del virus.

Da uno studio dell’Istituto Spallanzani di Roma, è emerso  che il coronavirus  è attivo anche nelle secrezioni oculari, ovvero nelle lacrime, dei pazienti positivi. Partendo da un tampone oculare i ricercatori hanno isolato il virus, dimostrando che esso è in grado di replicarsi anche nelle congiuntive. Evidenziando gli occhi non sono solo una delle porte di ingresso del virus nell’organismo, ma anche una “potenziale fonte di contagio. Il tampone oculare prelevato tre giorni dopo il ricovero da una paziente positiva al virus, ricoverata alla fine di gennaio e che presentava una congiuntivite bilaterale i ricercatori sono riusciti ad isolare il virus, dimostrando che, oltre che nell’apparato respiratorio, è in grado di replicarsi anche nelle congiuntive. Il risultato di tale ricerca che è stato comunicato all’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha inoltre evidenziato che i tamponi oculari possono essere positivi quando invece i campioni del distretto respiratorio non mostrano più tracce del virus: i campioni respiratori della paziente, infatti, a tre settimane dal ricovero risultavano ormai negativi, mentre il campione oculare era ancora debolmente positivo sino a 27 giorni dal ricovero. Saranno necessari ulteriori studi per verificare fino a quando il virus continua ad essere attivo e potenzialmente infettivo nelle lacrime. – 23 aprile 2020 –salvatorecaccaviello

Fonte TGCOM24

Salvatore Caccaviello

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti