Lavoratori stagionali e l’attesa della circolare Circolare Inps.

Lavoratori stagionali  e l’attesa della circolare Circolare Inps.

Lavoratori stagionali e l’attesa della circolare Circolare Inps.

condividi in facebook

Una moltitudine di famiglie in attesa che si decida al più presto circa lavoratori stagionali degli altri settori esclusi nel precedente decreto , agli intermittenti e ai somministrati di poter accedere al bonus 600 euro del mese di marzo aprile e maggio; sulle domande dell’indennità bonus 600 stagionali settore turismo e cure termali che sono state ingiustamente respinte e ora sono in fase di riesame; di come verrà allungata la naspi di due mesi per chi l’ ha terminata tra il 1 marzo e il 30 aprile, se dovrà essere fatta una richiesta oppure andrà in automatico; eliminare tutti i criteri di accesso ai bonus assurdi inseriti dall’Inps
Tanti sono i lavoratori  in attesa delle decisioni dell’Inps che dovrebbe a giorni varare  una circolare con la quale potranno accedere al bonus 600 euro per il mese di marzo aprile e maggio anche gli stagionali degli altri settori che non fanno parte del turismo e cure termali. Intanto dall’Associazione Nazionale Lavoratori Stagionali fanno sapere che  la qualifica di stagionale deve essere inserita sia nell’ Uniemens che nell’Unilav. Chi ha avuto un contratto a tempo determinato nel periodo che va da aprile a ottobre e non ha la dicitura di Stagionale il consulente del lavoro senza alcuna sanzione può modificarlo. I nodi da sciogliere secondo il presidente dell’ANLS, Giovanni Cafagna rimangono tuttavia:  le domande respinte inspiegabilmente a quelli con Uniemens e Unilav stagionale e codice Ateco corretto; quelli assunti a tempo indeterminato dalle strutture alberghiere aperte tutto l’ anno; quelli a tempo determinato dove i consulenti del lavoro finora trovavano difficoltà a  modificare la dicitura sull’Unilav da stagionale no a stagionale si, nonostante una circolare ministeriale lo preveda senza incorrere in nessuna sanzione;  i lavoratori che questo inverno hanno lavorato meno di 30 giorni a chiamata. Al momento, secondo l’ ANLS potranno accedere al bonus anche coloro che hanno lavorato questo inverno con contratto a chiamata per almeno 30 giorni tra il 1 gennaio 2019 e il 31 gennaio 2020; i lavoratori assunti tramite agenzie interinali e cooperative. Non possono invece modificare l’unilav in stagionale i lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato e si teme che costoro purtroppo non riusciranno ad accedere a nessun bonus. Stessa sorte probabilmente sarà riservata anche per i lavoratori assunti a tempo determinato che non sono riusciti a modificare l’unilav e l’uniemens in stagionali. Mentre per chi ha la dicitura Uniemens e Unilav come stagionale e il codice Ateco di stagionale del turismo e cure termali ma gli è stata respinta la domanda, l’Inps di Roma sta riesaminando da sabato tutte le domande c’e quindi la speranza che vengano accolte, ma se non dovesse accadere, l’Associazione Nazionale Lavoratori Stagionali ha chiesto all’Inps una procedura ordinaria di riesame tramite le loro sedi provinciali . Una serie di richieste a cui l’Inps sta lavorando in modo fervente in modo tale da dare al più presto una risposta concreta a tante famiglie di lavoratori stagionali. Intanto un nuovo appello dell’ANLS:
– Siamo in attesa della circolare Inps che permetta ai lavoratori stagionali degli altri settori esclusi nel precedente decreto , agli intermittenti e ai somministrati di poter accedere al bonus 600 euro del mese di marzo aprile e maggio
-Siamo in attesa che l’Inps dia una risposta a tutte le domande dell’indennità bonus 600 stagionali settore turismo e cure termali che sono state ingiustamente respinte e ora sono in fase di riesame
-Siamo in attesa della circolare Inps che spieghi come verrà allungata la naspi di due mesi per chi l’ ha terminata tra il 1 marzo e il 30 aprile, se dovrà essere fatta una richiesta oppure andrà in automatico
-Siamo in attesa che il Governo intervenga per eliminare tutti i criteri di accesso ai bonus assurdi inseriti dall’Inps
-Siamo in attesa di essere chiamati al lavoro.
27 maggio 2020 – salvatorecaccaviello

Salvatore Caccaviello

Related Posts

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti