Sorrento alle urne. Contestazioni per  l’Ufficio Elettorale chiuso  per pausa pranzo.

Sorrento alle urne. Contestazioni per  l’Ufficio Elettorale chiuso  per pausa pranzo.

Sorrento alle urne. Contestazioni per  l’Ufficio Elettorale chiuso  per pausa pranzo.

condividi in facebook

E’ quanto si è verificato ieri pomeriggio, allorché elettori bisognosi di assistenza, hanno trovato l’Ufficio chiuso dalle 14,00 alle 15,00.

Sorrento – Proteste, ieri pomeriggio nei pressi dell’Ufficio elettorale a Piazza Sant’Antonino. Vari cittadini bisognosi di rinnovare, oppure ritirare la nuova tessera elettorale, hanno trovato le porte chiuse dalle ore 14,00 alle 15,00 per pausa pranzo. Una situazione alquanto inspiegabile  per chi ,approfittando della calma pomeridiana,oppure per questioni di lavoro, ha deciso di recarsi alle urne e magari al momento del voto si è accorto di aver smarrito oppure completata in tutti gli spazi la tessera elettorale.  Ora al di là delle esigenze del personale addetto, un tale provvedimento ha sollevato tuttavia molti malumori. In quanto risultava del tutto incomprensibile, che in una giornata così importante come quella delle elezioni,un ufficio che svolge delle mansioni fondamentali affinché la consultazioni elettorale abbia uno svolgimento regolare,nel rispetto delle regole e dei diritti dei cittadini ,chiamati a tale importante compito, non si sia organizzato con dei turni. In modo tale da offrire un servizio continuativo come capita altrove. Dopo una serie di contestazioni e l’intervento di una pattuglia della Polizia Municipale,allertata dai cittadini in attesa, l’Ufficio è stato aperto e le proteste rientrate. Secondo alcune versioni durante le aperture dei seggi gli uffici elettorali devono rimanere aperti con un orario simile a quello previsto per l’espletamento dell’esperimento di voto, così come stabilito anche dal Ministero dell’Interno. Ciò purtroppo, in modo evidente, non è accaduto ieri pomeriggio a Sorrento. Una situazione che non mancherà certo di sollevare ulteriori discussioni in città e che circa la quale bisognerebbe ancora una volta fare chiarezza. – 21 settembre 2020 – salvatorecaccaviello.

Salvatore Caccaviello

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti