GAETANO MASTELLONE: “SISTEMA TURISMO” OCCORRE LO STATO DI EMERGENZA

GAETANO MASTELLONE: “SISTEMA TURISMO” OCCORRE LO STATO DI EMERGENZA

GAETANO MASTELLONE: “SISTEMA TURISMO” OCCORRE LO STATO DI EMERGENZA

condividi in facebook

Un’analisi, chiara, sul crollo  delle “Aziende” Turismo, Commercio, e Ristorazione, da parte di un esperto del settore, Gaetano Mastellone, Commendatore Ufficiale della Repubblica Italiana, Premio 2002 “Cittadino di Sorrento nel Mondo”, con un invito ad una convocazione  di un “Tavolo Permanente di Crisi”.

Per cortesia non giriamo attorno al problema! È un settore che, tranne un circa 20% di solidi – liquidi – consolidati operatori, è prossimo al collasso! Posso anche capire la politica sin qui adottata dei “pannolini caldi” dovuta ai tanti morti, ma adesso è venuto il momento di agire, con efficacia e determinazione.

Iniziando, come è giusto che sia, dal ristoro ai dipendenti.

Sul fronte occupazionale, il Quarto osservatorio sul mercato del lavoro del turismo in Italia, stima che il settore turistico conta 1 milione di posti di lavoro in Italia, una cifra che rappresenta il 5% dell’occupazione nazionale

Secondo Eurispes, l’incidenza del turismo sul Pil nazionale è circa il 10% con la previsione che, con interventi per rilanciare il settore, il dato potrà raddoppiare nel giro di una decina di anni. L’istituto di ricerca annovera il turismo (insieme a cultura, manifattura e agricoltura) tra i “pilastri della nostra economia e  fattore determinante per una ricostruzione del ruolo dell’Italia nel mondo”.

Faccio anche notare che Istat in un suo Report inizia con lo scrivere questo: “Uno degli effetti economici più immediati della crisi associata al Covid-19 è stato il blocco dei flussi turistici. I primi effetti sono già emersi a febbraio, con il diffondersi dell’epidemia in molti paesi, ma è agli inizi di marzo che si è giunti all’azzeramento dell’attività in corrispondenza dei provvedimenti generalizzati di distanziamento sociale”.

✍️Dobbiamo quindi raccogliere, e subito, il grido d’allarme del turismo: occorre subito la dichiarazione dello stato di crisi e occorre la convocazione di un tavolo permanente di crisi✍️

Lo avevo già invocato nei mesi scorsi. Un appello il mio, ovviamente perché sono solo un semplice commentatore, caduto nel vuoto e nel frattempo per il comparto abbiamo visto solo il flop del bonus vacanza.

Oggi, alla luce della nuova e aggravata situazione, questa richiesta d’aiuto non può rimanere più senza risposta: ne va della sopravvivenza.

PS. Per Sistema Turismo intendo l’Hotellerie in generale, la ristorazione, i trasporti e parte del commercio.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti