MASSA LUBRENSE, TERMINI: LA VITA DEL COMPIANTO DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO PER FINANZIARE LA RISTRUTTURAZIONE DEL CAMPANILE DELLA CHIESA DI MITIGLIANO

MASSA LUBRENSE, TERMINI: LA VITA DEL COMPIANTO DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO PER FINANZIARE LA RISTRUTTURAZIONE DEL CAMPANILE DELLA CHIESA DI MITIGLIANO

MASSA LUBRENSE, TERMINI: LA VITA DEL COMPIANTO DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO PER FINANZIARE LA RISTRUTTURAZIONE DEL CAMPANILE DELLA CHIESA DI MITIGLIANO

condividi in facebook

Parlare dell’instancabile opera di ricordare la “memoria” di personaggi benemeriti, per lo più sacerdoti, uomini di Chiesa, che hanno concorso alla crescita sociale e religiosa dei figli della penisola sorrentina e soprattutto di Massa Lubrense, è una “fatica letteraria” particolarmente amata da don Francesco Saverio Casa, sacerdote della diocesi Castellammare -Sorrento. Eccolo quindi, di nuovo presente insieme ad Elia Fontana nel sempre più amato mondo della produzione lettararia della Penisola sorrentina, con un libro che tratteggia la presenza per ben trent’anni del parroco Salvatore Castellano nella chiesa parrocchiale di Termini. Una vita al servizio della comunità locale ed un’eredità morale raccolta dai suoi figli spirituali..

Una mancata presentazione questo fine estate a Villa Fondi in Piano di Sorrento, città che ha dato i natali a Don Salvatore Castellano, ha lasciato l’amaro in bocca a quanti attendevano quello che in trent’anni non era ancora potuto accadere.

È stato centrato in questo paradossale anno 2020 l’obiettivo della stampa di un testo, che ripercorre trent’anni di storia legata alla frazione di Termini e al suo indimenticabile parroco don Salvatore Castellano, deceduto il 27 giugno 1987.

Queste e non altre sono state le intenzioni dei coautori del volume già a fine luglio, quando tutto sembrava essere pronto onde offrire una lettura della storia di Termini.
Le vicende estive legate al Covid, hanno sbarrato la strada impietosamente.
Con la stampa del volume non si è riusciti a completare un’opera che, avrebbe di certo avuta più ampia estensione, a partire in primis dagli scritti di Don Salvatore e dei quali solo in parte il volume è riuscito a contenere.
Il Covid 19, però, non ha potuto frenare la caparbietà e il desiderio appassionato di Elia Fontana e di Don Francesco Saverio Casa, uniti a mo’ di mente e braccia, per consegnare alla Comunità Parrocchiale di Termini quanto era giusto e doveroso negli scopi prefissati.
La nostalgia del passato, lo sguardo attento al presente, la tensione verso il futuro che sappia attingere senza pregiudizi da un tempo che fu, sono gli ingredienti adatti dei quali gli autori si sono serviti per delineare la figura di un uomo, un sacerdote, un parroco, e della sua parrocchia nonché del paese che gode della simpatia dell’isola di Capri posta davanti al suo sguardo.
Sarebbe pura lamentosita’ ribadire la scarsa attenzione ad una qualsivoglia iniziativa di carattere culturale posta in essere sul nostro territorio, il quale appare sempre più “distanziarsi” da ogni tentativo di essere e fare cultura: è parso invece avvincente agli occhi degli autori, colmare lacune e aprire orizzonti con spirito di fortezza e sagacia, pazienza e lungimiranza.
Alle nipoti di Don Salvatore, Giuseppina e Maria Castellano residenti nella frazione di Mortora in Piano di Sorrento, va il plauso per aver messo a disposizione la consultazione dell’archivio personale dello zio prete, e ad Elia Fontana e al Rettore della Chiesa di San Paolo in Sorrento i quali per un’intero anno si sono dedicati ad un meritorio ed intelligente lavoro.
Il ricavato della vendita del libro sarà destinato ai lavori di ristrutturazione del campanile dell’antica Chiesa di Mitigliano, la cui storia con le sue luci e le sue ombre è nota a tutti. Il libro è in vendita presso “Tabacchi” di Elia Fontana a Termini, Edicola Emilio Petagna, S.Agata sui Due Golfi, Edicola Paper Point, Massa Lubrense.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti