“ARTE E CULTURA” AL TEATRO KAROL A CASTELLAMMARE DI STABIA Rubrica di Gimax

“ARTE E CULTURA” AL TEATRO KAROL A CASTELLAMMARE DI STABIA Rubrica di Gimax

“ARTE E CULTURA” AL TEATRO KAROL A CASTELLAMMARE DI STABIA Rubrica di Gimax

#GIORNALISTAINCAMPO

Arte Cultura spettacoli

Il mio grande amico Pierluigi Fiorenza

L’orgoglio di presentare un cartellone musicale di notevole spessore e per giunta autoprodotto.
Il piacere di ascoltare artisti, per lo più d’area stabiese, apprezzati sia in Italia che all’estero.
La consapevolezza di aver, momentaneamente, tralasciato altri grandi nomi, non meno bravi di quelli presenti in rassegna, che spero di recuperare nella seconda edizione.
Concerti ma anche proiezioni dei miei documentari al teatro Karol di Castellammare.
Questi gli appuntamenti
Sabato 24 febbraio, Marina Bruno e Giuseppe Di Capua
Sabato 10 marzo, Fiorenza Calogero e Marcello Vitale
Sabato 17 marzo, Antonello Cascone con Marianna Corrado e Massimo Masiello
Mercoledì 21 marzo, proiezione del documentario “Lucio Dalla e Castellammare, una Città per cantare”
Mercoledì 4 aprile: proiezione del documentario “I Tesori di Castellammare, 25 capolavori d’arte stabiese”
Sabato 14 aprile: il Latin Jazz Quintet di Domenico Guastafierro
Martedì 24 aprile: proiezione del documentario “Raffaele Viviani”
Venerdì 11 maggio, Anna Spagnuolo
Giovedì 17 maggio, proiezione del documentario “San Catello tra storia e leggenda”
Data da definire tra maggio e giugno, Ebbanesis ossia Viviana Cangiano e Serena Pisa
Insomma sei fantastici concerti per intensità musicale, ampiezza vocale, bellezza d’esecuzione, originalità d’arrangiamenti, presenza scenica e una profondissima stima reciproca, basata sull’amicizia.
Fiorenza e Marina le ho viste crescere anagraficamente non artisticamente in quanto le ho trovate strepitose fin dall’esordio e poi che soddisfazione intervistarle, quando recitavano alla corte di re Roberto, e godermi i loro successi.
Peppe, il Vessicchio stabiese, domina la scena con la sua eleganza e dirige con profonda maestria.
Anna è una gran signora, sia in scena che fuori, e l’apprezzo per la discrezione, umiltà, bravura, caparbietà e poi ha un curriculum impressionante con tante collaborazioni, una più prestigiosa dell’altra.
Antonello è un mostro sacro della musica, essendo compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra. Ha lavorato, tra gli altri, con Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Milva, Loredana Bertè, Peppino Di Capri e Sergio Bruni. Nonostante la sua bravura è sempre disponibile e pronto a collaborare con tutti.
Domenico, col suo flauto magico, incanta, sorprende, ammalia. Generoso e affascinante com’è, qualche tempo fa gli ho dovuto fare da body guard per evitare che, a scuola, le ragazzine se lo mangiassero.
Viviana e Serena mi incantano per la meravigliosa sonosrità delle loro voci e per la naturale teatralità che mettono nell’esibirsi. Le trovo strepitose e di una eleganza unica, inoltre anche loro hanno un cuore d’oro e una generosità fuori dal comune, infatti non sono stabiesi ma napoletane.
I concerti avranno inizio alle ore 20.30, posto unico non numerato 10 euro.
Le proiezioni dei documentari inizieranno alle ore 19, ingresso libero.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti