CAMPIONATO DI CALCIO, SERIE A: LE FORMAZIONE DI NAPOLI – VERONA

Napoli (4-3-3): 25 Reina, 2 Hysaj, 26 Koulibaly 33 Albiol, 6

Mario Rui, 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Hamsik, 7 Callejon, 14

Mertens, 24 Insigne.

(22 Sepe, 1 Rafael, 11 Maggio, 21 Chiriches, 19 Maksimovic, 20 Zielinski, 42 Diawara, 4 Giaccherini, 30 Rog, 37 Ounas 18 Leandrinho). All. Sarri

Verona (4-4-1-1): 1 Nicolas, 28 Ferrari, 12 Caracciolo, 75

Hertaux, 26 Caceres, 2 Romulo, 8 Fossati, 77 Buchel, 7 Verde, 24

Bessa, 9 Kean.

(17 Silvestri, 40 Coppola, 69 Souprayen, 37

Bearzotti, 97 Felicioli, 14 F. Zuculini, 93 Fares, 23 Calvano,

27 Valoti, 21 Lee, 11 Pazzini). All: Pecchia.

Arbitro: Abisso di Palermo

Il Napoli riprende la sua corsa verso il tanto sognato scudetto apprestandosi a consolidare il primato in classifica.

Saranno infatti le prossime 19 giornate, quelle del girone di ritorno, a

dire se Hamsik, Sarri, Mertens, Insigne e gli altri entreranno

nella storia degli azzurri e della città. Domani parte infatti

con la sfida al Verona al San Paolo, la seconda parte della

stagione del Napoli che ha chiuso da campione d’inverno il

girone d’andata ma è uscito da Champions League e martedì scorso

anche dalla Coppa Italia ad opera dell’Atalanta, vittoriosa al

San Paolo per 2-1.

Maurizio Sarri riparte da dove tutto è cominciato, dal Verona

battuto alla prima giornata con i gol di Milik e Ghoulam.

Proprio i due che ormai da tempo guardano le partite degli

azzurri dalla tribuna per i loro infortuni al ginocchio, ma che

potrebbero diventare gli acquisti più importanti per lo sprint

primaverile di campionato ed Europa League. Senza di loro, però,

Maurizio Sarri ha un nuovo blocco di titolarissimi che domani

affronteranno la squadra di Pecchia di fronte agli oltre

quarantamila del San Paolo. Un blocco che torna in campo dopo lo

sfortunato turn over di Coppa Italia e che riparte da Jorginho,

ex del Verona e perno del gioco azzurro, con i polmoni di Allan

a destra e la classe dal gol ritrovato di Marek Hamsik a

sinistra. Ma il blocco che ha portato il Napoli a dominare il

girone d’andata prevede anche la difesa migliore della serie A,

quella con Hysaj, Koulibaly, Albiol e Mario Rui che ha subito

solo 13 gol in 19 partite. Davanti il tridente

Callejon-Mertens-Insigne, da cui il pubblico si aspetta

spettacolo. Mertens ha ritrovato contro l’Atalanta la rete dopo

un digiuno di circa un mese, e ora vuole riprendere

l’inseguimento al trono dei bomber per ora detenuto da Mauro

Icardi a quota 17 gol: il belga è invece fermo a dieci reti ma è

pronto a ripartire di slancio. In arrivo ci sono anche

novità di mercato per il Napoli che da lunedì tenterà di

piazzare un colpo: l’ideale sarebbe il bolognese Verdi, che però

va convinto della possibilità di essere protagonista, altrimenti

si virerà su Inglese, già azzurro ma in prestito al Chievo.

La partita di domani servirà soprattutto a dire se il Napoli ha assorbito lo scivolone

di coppa Italia con l’Atalanta e si confermi la macchina da guerra che si è dimostrato

nei momenti più importanti del girone d’andata.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti