Con Piero Pepe Villa Fondi diventa arena teatrale martedi 24 alle 21,00

Col recital a cura di colui che è considerato tra le pietre miliari del teatro classico napoletano, il maestro Piero Pepe, accompagnato al piano dal maestro Salvatore Torregrossa, a Villa Fondi martedi 24 luglio alle 21, si aggiunge un altro tassello di squisita cultura e spettacolarità alla rassegna eccezionale che quest’anno ha caratterizzato il programma estivo della Città di Piano di Sorrento. Il Comune peninsulare, che quest’anno si fregia dei riconoscimenti della “Bandiera Blu” e di “Citta che legge”, con la rassegna 2018 firmata dal sindaco Vincenzo Iaccarino, dall’assessore alle Attività culturali e Iniziative speciali Carmela Cilento e dal responsabile ufficio cultura Giacomo Giuliano, ha conseguito tutte le sere il tutto esaurito con eventi di notevole spessore culturale e artistico e grande varietà, spaziando da teatro a musica, danza, letteratura, arte, psicologia, cinema, tributi a grandi artisti. Il grande Piero Pepe sarà ospite del Circolo Endas Penisola sorrentina onlus diretto da Antonio Volpe,​ Adele Paturzo, Carlo Alfaro​ (che presenterà l’evento) e Miriam Perfetto​. Il grande mattatore di origine stabiese, classe 1945, presenterà il recital teatrale “Tenimmece accussì”, incentrato sull’amore: amore per la donna, per il lavoro, per l’amico, per la vita, per sé stessi. Attraverso le poesie e i monologhi dei grandi napoletani (Di Giacomo, Viviani, Eduardo, Totò e altri), il grandissimo interprete parlerà d’amore col sorriso sulle labbra. I brani, che esaltano le doti di artista purosangue e di grande caratterista di Piero Pepe, sono cuciti con pezzi musicali che sono un omaggio ai grandi che ci hanno lasciato in questo secolo tracciando un’orma indelebile nella storia della musica: Modugno, Tenco, Gaber, Luttazzi, Carosone. Il recital è interamente fondato sull’indiscussa potenza recitativa di Piero Pepe con l’accompagnamento del maestro Salvatore Torregrossa al piano. L’attore iniziò la carriera giovanissimo nel 1976 al Teatro Sannazaro con Luisa Conte e Nino Taranto, due mitiche icone del teatro napoletano che ne hanno scolpito la storia, per poi lavorare per cinque anni con il grande autore e regista teatrale, compositore e musicologo Roberto De Simone (da “Gatta Cenerentola” e “L’opera buffa del Giovedì Santo” in poi). Ha lavorato in teatro con i più grandi del ‘900: Eduardo De Filippo, Armando Pugliese, i fratelli Maggio, Antonella Steni e Riccardo Garrone, Carlo Croccolo e Cochi Ponzoni, Mario Valdemarin, Vittorio Caprioli, i fratelli Giuffrè, Giuseppe Patroni Griffi, Isa Danieli e Massimo Ranieri. Con la “La Fortuna con la Effe maiuscola” ha raggiunto le 700 repliche, con “Natale in Casa Cupiello” le 400 repliche. In tv lo abbiamo apprezzato su Canale5 quale coprotagonista con Massimo Ranieri ne “Il ricatto”, oltre che in tante serie e fiction come “La Squadra”, “Capri 3”, “Complotto di famiglia” con Alberto Castagna, “Il Professore” con Sergio Castellitto, “I Cesaroni”, “Big Ben” con Bud Spencer. Al cinema ha girato gli ultimi due film di Nanny Loy: “Scugnizzi” e “Pacco, Doppio Pacco e Contropaccotto”. E’ stato anche attore radiofonico e doppiatore, scrive e presenta testi cabarettistici, radiofonici e teatrali e ha fondato nel 2007 l’accademia teatrale per giovani talenti “La Nuova Bottega” a Sant’Antonio Abate.  Infine, dal 1993, è stato uno splendido Ulisse ne “La Notte del Mito” di Palinuro. Mi raccomando, amici, non vi resta che ESSERCI! Perchè stare insieme nel piacere dell’arte, della cultura e della condivisione di emozioni è dare più valore al nostro prezioso quanto raro tempo libero! (Carlo Alfaro)

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti