IL 25 APRILE DELL’ISTITUTO TASSIANO DI SORRENTO – DEGNO RICORDO DI TORQUATO TASSO.

IL 25 APRILE DELL’ISTITUTO TASSIANO DI SORRENTO – DEGNO RICORDO DI TORQUATO TASSO.

IL 25 APRILE DELL’ISTITUTO TASSIANO DI SORRENTO – DEGNO RICORDO DI TORQUATO TASSO.

condividi in facebook

SORRENTO – L’Istituto di Cultura Torquato Tasso il 25 aprile ha voluto celebrare l’anniversario della morte del cittadino sorrentino più illustre cui è dedicato con una solenne cerimonia che si è tenuta a Villa Fiorentino con la collaborazione della Fondazione Sorrento e il suo amministratore delegato Gaetano Milano e in presenza del sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo. Nel corso dell’affollata manifestazione, con la media partnership dei soci Lina e Michele De Angelis di Mda Set comunications, il Presidente Luciano Russo e il Consiglio di Amministrazione composto da Eleonora Di Maio, Gaetano Maresca e Elisabetta Rubertelli, hanno conferito un diploma al merito a quanti, fondatori, dirigenti, soci benemeriti, dalle origini ai giorni nostri, hanno contribuito a fare grande questo Istituto, rendendolo luogo eletto d’incontro, confronto, dialogo e approfondimento tra intellettuali, artisti e la cittadinanza tutta. Mission dell’Istituto è sempre stata, dalla sua fondazione, far conoscere e attualizzare l’opera di Torquato Tasso (1544-1595) considerato il primo autore moderno della letteratura italiana e, nel solco del suo percorso artistico e personale, valorizzare la cultura in tutte le sue sfaccettature nella città di Sorrento e in Penisola sorrentina.  Nato nel ’23 per iniziativa di Lelio Cappiello, Manfredi Fasulo e Silvio Salvatore Gargiulo, l’Istituto Tassiano diventa Ente Morale per decreto di Vittorio Emanuele III nel marzo del 1929. Da allora l’Istituto ha continuato imperterrito nella sua opera di diffondere la cultura nell’accezione più vasta del termine, quale DNA costitutivo ed elemento qualificante del territorio, e si proietta nel futuro come guida per sostenere il territorio a ridisegnare sempre più la definizione dei suoi contorni nel senso della cultura e delle performing arts.

Carlo Alfaro

 

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti