LA BREVE MA GIOIOSA VITA DI “Golfina”, LA GIOVANE BALENA TROVATA MORTA NEL GOLFO DI NAPOLI

No Any widget selected for sidebar

condividi in facebook

La breve ma gioiosa vita di “Golfina”, la giovane balena trovata morta nel Golfo di Napoli.

Golfina” aveva conosciuto il mare nel Golfo della Sirte ,lungo le coste libiche, nel paradiso delle Balene del Mediterraneo, dove la sua mamma un grosso e magnifico cetaceo l’aveva messa al mondo. La piccola balenottera aveva sempre seguito la sua mamma che, la nutriva con il suo prezioso latte facendola crescere a vista d’occhio. Con l’arrivo della buona stagione i mammiferi, alla ricerca di cibo, tutti insieme si erano avventurati in mare aperto. Nelle lunghe giornate, la mamma raccomandava a “Golfina” di starle sempre vicina, perché nel mare c’erano tanti pericoli e lei così giovane non era in grado di affrontarli. Come tutte le mamme, anche la grande Balena, era preoccupata e protettiva, perché aveva notato come “Golfina” spesso si allontanava, anche se al richiamo sonoro della mamma, subito tornava.I giorni passavano, la piccola balenottera, nelle faticose traversate era sempre più curiosa , si divertiva molto a vedere posti nuovi e imparava ad evitare i pericoli . Al sorgere del sole di un giorno luminoso, a largo di Punta Carena,“Golfina”, spinta dalla sua curiosità e dalla fame, si allontanò dal branco, seguendo i piccoli pesciolini azzurri, che danzavano luminosi sulle onde del mare . A nulla valsero i richiami disperati della mamma, “Golfina” questa volta si allontanava sempre di più. Ben presto si rese conto di essere rimasta sola in un mare sconosciuto. Cercò invano, andando per giorni avanti e indietro, di sentire il prezioso richiamo della sua mamma, ma tutto fu inutile.“Golfina”, affamata, disperata, stremata e impaurita, perso l’orientamento, si avvicinò sempre di più alla costa e alla fine si lasciò abbracciare dal profondo mare azzurro, come ultima carezza della sua mamma.

Giuseppe Maffucci

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti