MALTEMPO: NO A MEZZI PESANTI SULL’AGEROLINA E CHIUSA DA ERCOLANO COMUNALE PER IL VESUVIO

MALTEMPO: NO A MEZZI PESANTI SULL’AGEROLINA E CHIUSA DA ERCOLANO COMUNALE PER IL VESUVIO

MALTEMPO: NO A MEZZI PESANTI SULL’AGEROLINA E CHIUSA DA ERCOLANO COMUNALE PER IL VESUVIO

condividi in facebook

Il prefetto di Napoli, Carmela Pagano ha emanato una circolare di limitazione alla circolazione dei mezzi pesanti ”oltre le 7.5 tonnellate dalle ore 22 di oggi fino alle ore 24 di martedì, 27 febbraio, e
comunque fino a cessate esigenze, sulla ex strada statale 366
(Agerolina), nel tratto tra Gragnano e Agerola”  ”in relazione
– informa una nota – alle previsioni di avverse condizioni
metereologiche previste per questi giorni”. Il provvedimento è
stato adottato dopo aver ”sentito il Cov, Comitato operativo
per la viabilità”. Sono esclusi dal divieto ”i mezzi per
interventi di urgenza e di emergenza, per esigenze di soccorso,
protezione civile, tutela dell’ambiente, manutenzione stradale e
impiegati in servizi di raccolta, trasporto e conferimento dei
rifiuti urbani e dei mezzi di trasporto pubblico, idoneamente
attrezzati”.
Inoltre, il Comune di Ercolano ”disporrà la chiusura della
strada comunale di accesso al cratere del Vesuvio, denominata
Via Osservatorio, nel tratto compreso tra località La Siesta e
Piazzale quota 1000” e l’Ente Parco Vesuvio ”provvederà,
comunque, ad interdire l’accesso al cratere da domani, per
almeno tre giorni”.
Nel corso della riunione di oggi del COV, inoltre, fa sapere
la nota della Prefettura, ”esaminata la complessiva situazione
viaria, che non presenta al momento particolari criticità”, è
stato verificato che gli enti proprietari delle grandi reti
viarie, Tangenziale di Napoli, Autostrade Meridionali, Anas e
Città Metropolitana ”dispongono di adeguati mezzi per prevenire
l’eventuale formazione di ghiaccio”.
Analogamente il Comune di Napoli ha assicurato di ”aver
sensibilizzato l’azienda di trasporto pubblico locale
all’adozione delle misure del caso, e, più in generale, di
disporre di idonei mezzi di intervento per fronteggiare
problematicità emergenti; lo stesso Comune ha previsto
l’apertura delle stazioni della metropolitana per l’eventuale
ricovero di senza fissa dimora”.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti