MASSA LUBRENSE; E’ CRISTALLINA E PERFETTAMENTE BALNEABILE L’ACQUA A RIDOSSO DI MONTALTO

MASSA LUBRENSE; E’ CRISTALLINA E PERFETTAMENTE BALNEABILE L’ACQUA A RIDOSSO DI MONTALTO

MASSA LUBRENSE; E’ CRISTALLINA E PERFETTAMENTE BALNEABILE L’ACQUA A RIDOSSO DI MONTALTO

condividi in facebook

Acqua cristallina a Marina del Cantone.I nuovi prelievi effettuati sabato 20 luglio dai tecnici dell’Arpac, l’Agenzia regionale di monitoraggio della salute del nostro ecosistema marino, sul tratto di mare antistante la torre di Montalto, località Mortelle, a Marina del Cantone hanno dato esito negativo. L’allarme scattato dopo i prelievi dell’8 luglio scorso, come già sospettato dagli stessi biologi dell’agenzia regionale, era dovuto all’azione di qualche sconsiderato marinaio dei grossi yacht alla fonda nella baia di Nerano, che aveva ripulito la propria sentina durante la nivigazione lungo la costa delle Sirene. Così come pure vengono a cadere i sospetti sulle imbarcazioni ormeggiate nel campo boe allestito dall’Area Marina Protetta Punta Campanella a ridosso delle Moretelle e frequentatissimo in questo periodo di piena estate. Restano comunque in piedi tutti gli interrogativi sulla presenza “indisturbata” delle grosse imbarcazioni a poche decine di metri dalla riva affollata da bagnanti e come nelle ipotesi prospettata dall’Arpac, possibili veicoli di inquinamento marino. Restano invece tutti ancora inascoltati gli appelli alle autorità di “bloccare” gli sconsiderati che a bordo di velocissime imbarcazioni affollano la costa da Massa a Positano ed Amalfi, mettono a rischio l’incolumità di piccoli diportisti violando in continuazione i limiti di velocità all’interno della zona “C” dell’Area Marina Protetta. Stesso discorso a Marina Piccola a Capri e soprattutto nelle bocche piccole di Capri quando in determinate ore decine e decine di “charter” attraversano lo stretto corridoio per rientrare a terra, spesso per un’altra corsa. Un mare quello della terra delle sirene off limits per i navigatori di un tempo, felici di ripercorrere la rotta di Ulisse oggi “vietata” da pirati del terzo millennio, senza regole e passioni civili se non quella per il dio denaro, guadagnato in contanti e con “commissioni milonarie” tutte in nero.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti