SORRENTO – (3) VERSO LA FESTA DEL SANTO PATRONO ANTONINO – TRA FEDE E TRADIZIONE: “IL MIRACOLO DELLA BALENA”

SORRENTO – (3) VERSO LA FESTA DEL SANTO PATRONO ANTONINO – TRA FEDE E TRADIZIONE: “IL MIRACOLO DELLA BALENA”

SORRENTO – (3) VERSO LA FESTA DEL SANTO PATRONO ANTONINO – TRA FEDE E TRADIZIONE: “IL MIRACOLO DELLA BALENA”

condividi in facebook

 

Prosegue il cammino verso la festa patronale con una delle tante leggende sorrentine, legate alla tradizione, sulla vita di Sant’Antonino.

“Il miracolo della balena e del bambino”. 

Sorrento, paese di mare e quindi di pescatori, Il mare fonte di vita ma anche di paure legate ad esso.

Si racconta che un giorno, mentre i pescatori erano al largo della costa per il loro lavoro, i bambini giocavano chi sulla spiaggia con la sabbia a costruire castelli, chi nuotava e gareggiava con gli amici… all’improvviso nei pressi delle tonnare apparve un pesce enorme (una balena?) che avanzò minaccioso alla volta degl’ignari bagnanti e divorò uno dei bambini. Alle grida dei compagni, accorsero remando velocemente i pescatori della zona, ma inutilmente. Intanto si sparse la notizia in paese e ai pianti disperati della mamma del bambino scomparso rispose Sant’Antonino, allora un umile abate del monastero di Sant’Agrippino, che scese sulla spiaggia e ordinò al “mostro” di restituire il bimbo. Il pesce vomitò sulla sabbia Pasqualino sano e salvo. Tutti festeggiarono e da allora ebbero una devozione particolare per Sant’Antonino.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti