SORRENTO – LA COMUNITA’ DI MARINA GRANDE DA IERI E’ MOLTO PIU’ POVERA, ALMENO SUL PIANO UMANO PER L’IMMATURA SCOMPARSA DI CARLO DI LEVA.

SORRENTO – LA COMUNITA’ DI MARINA GRANDE DA IERI E’ MOLTO PIU’ POVERA, ALMENO SUL PIANO UMANO PER L’IMMATURA SCOMPARSA DI CARLO DI LEVA.

SORRENTO – LA COMUNITA’ DI MARINA GRANDE DA IERI E’ MOLTO PIU’ POVERA, ALMENO SUL PIANO UMANO PER L’IMMATURA SCOMPARSA DI CARLO DI LEVA.

condividi in facebook

LA COMUNITA’ DI MARINA GRANDE DA IERI E’ MOLTO PIU’ POVERA, ALMENO SUL PIANO UMANO.
IMPROVVISAMENTE CI HA LASCIATO CARLO DI LEVA, PER TUTTI AFFETTUOSAMENTE “CHARLIE”.
CARLO AVEVA APPENA 62 ANNI MA UN CUORE IMMENSO.
SEMPRE SERENO, SORRIDENTE E “SUPER” DISPONIBILE CON TUTTI, LA SUA RISPOSTA AD OGNI RICHIESTA DI AIUTO ERA IMMANCABILMENTE “SI”.
PERSONA SEMPLICE GRANDE LAVORATORE, PRESENZE A SUO MODO  “GENTILE” E DISCRETA.
È PROPRIO VERO CHE SÌ COMPRENDE IL VALORE DI CERTE PERSONA QUANDO “MANCANO”.
QUESTO, DI SEGUITO, IL MIO PENSIERO DAL CUORE A RICORDO DI “CHARLIE”, PERSONA SEMPLICE DAL GRANDE CUORE.
“Grande è la persona che lascia un grande vuoto quando se ne va”.
Dobbiamo imparare a perdonare e cercare di farci influenzare solo dalle azioni delle persone a cui teniamo davvero. Allo stesso modo, bisogna promuovere i rapporti sani e positivi, grande non è la persona che occupa più spazio su una sedia.
Grande è la persona che riempie il tuo vuoto emotivo, senza chiedere nulla in cambio e che ti lascia mille ricordi e sospiri quando non è più presente.
Non stiamo parlando solo della perdita fisica, ovvero la morte. Le persone lasciano andare molti cari lungo il corso della propria vita per diversi motivi. Forse era stato un rapporto che vi aveva reso felici, ma che, per determinate circostanzi, era meglio rompere.
Nella vita vale la pena circondasi di persone che riempiono i nostri spazi con allegria, vicinanza e positivismo con la massima umiltà e reciprocità.
Adesso ditemi: avete a fianco una persona così o magari è nei vostri ricordi perché non è più accanto a voi?
Prima di tutto parlo delle perdite, di queste assenze difficili a cui non ci abituiamo mai. (Io stesso a distanza di oltre due anni, ancora devo somatizzare la perdita di mio padre e non so quando ci riuscirò).
Ogni assenza implica, in fin dei conti, un duello e a questo dobbiamo abituarci quasi obbligatoriamente lungo il corso della nostra vita: nulla è eterno, siamo semplici passeggeri di questo meraviglioso percorso.
Se qualcuno è stato grande nella vostra vita, è perché ha saputo rendervi felici, e questa è un’abilità in cui non molte persone sono “specializzate”.
Dobbiamo anche aver chiaro che chi ci ha reso più felici, sarà chi ci farà soffrire quando non sarà più al nostro fianco. Tuttavia, è necessario mantenere il suo lascito eccezionale una volta superato il “duello”.
Ogni perdita, morte o separazione, implica del tempo di raccoglimento durante il quale vivere la propria tristezza da sfogare, accettare ed assumere.
Una volta superato il duello, è necessario colmare il vuoto e lo faremo con un omaggio. A questa persona così grande fate l’onore di sorridere di nuovo per lei, di essere felice per il suo ricordo.
Perché vi ha insegnato cos’è l’allegria e smettere di metterla in pratica perché non è più accanto a voi, sarebbe come offenderla, come toglierle importanza. Non fatelo!.
Regalate amore, vivete con entusiasmo e tranquillità sapendo che tutto quello che avete vissuto ne è valsa la pena. Il miglior regalo che vi è stato fatto è stato conoscere queste persone grandi nell’anima, nella mente e nel cuore, che dipingono con nobiltà il nostro mondo.
Ciao, Charlie e fumati un bel sigaro alla faccia di tutti quelli che… (fessi loro), ma alla salute di tutti quelli che ti hanno voluto veramente bene che, ti assicuro sono tantissimi.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti