SORRENTO – PROTESTA SILENZIOSA DURANTE LA PROCESSIONE DEL PATRONO, CONTRO LA CHIUSURA DEL CENTRO DI IGIENE MENTALE.

SORRENTO – PROTESTA SILENZIOSA DURANTE LA PROCESSIONE DEL PATRONO,  CONTRO LA CHIUSURA DEL CENTRO DI IGIENE MENTALE.

SORRENTO – PROTESTA SILENZIOSA DURANTE LA PROCESSIONE DEL PATRONO, CONTRO LA CHIUSURA DEL CENTRO DI IGIENE MENTALE.

Sorrento. Oggi in Piazza Tasso durante la processione di Sant’Antonino per salvare il Centro di Igiene Mentale. “E’ stato un momento significativo e farlo durante la processione del nostro Santo Patrono aveva un valore simbolico, anche perchè sembra che ci dobbiamo affidare solo a lui per salvare questo importante centro per la salute mentale – spiega Rosario Fiorentino promotore dell’iniziativa -. Aspettiamo ancora risposte dai sindaci, questa mattina è intervenuto il solo sindaco di Meta Peppe Tito, mentre da Sorrento e dagli altri comuni della Penisola Sorrentina c’è ancora silenzio su un tema così grave. Parliamo di 1200 persone in carica al centro e 11 ricoverati”. Domani mattina una delegazione si incontrerà con l’ Arcivescovo Monsignor Alfano in Cattedrale a Sorrento per rappresentare le proprie esigenze, il rischio concreto è lo smembramento del servizio visto che il primo marzo è alle porte e il provvedimento dell’Asl Campania di Napoli firmato dalla Costantini non è stato ancora revocato ne prorogato. “Abbiamo in programma anche un presidio all’Arips il 26 febbraio alle 19 quando è prevista l’assemblea dei sindaci – dice Fiorentino -, crediamo che quella struttura abbia tutti i requisiti per poter far fronte alle esigenze dell’utenza di questo importante servizio che non deve abbandonare il territorio”

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti