SORRENTO – “SONO DA ANNULLARE LE MULTE COMINATE ALLE CASE VACANZE”.

SORRENTO – “SONO DA ANNULLARE LE MULTE COMINATE ALLE CASE VACANZE”.

SORRENTO – “SONO DA ANNULLARE LE MULTE COMINATE ALLE CASE VACANZE”.

condividi in facebook

E’ guerra aperta tra il Comune di Sorrento e l’Abbac, l’associazione di categoria dei gestori di esercizi extralberghieri. Oggetto del contendere le case vacanza e le cosiddette locazioni brevi. Diverse le multe elevate dai vigili urbani ai danni di strutture turistiche che non sono in possesso della segnalazione certificata di inizio attività, la cosiddetta Scia, che deve essere protocollata al Comune al momento dell’apertura. Le multe sarebbero numerose e riguarderebbero strutture ubicate soprattutto nel centro cittadino. Le m ulte non sono di certo di poco conto, visto che in base alla normativa vigente possono variare dai 2mila fino ai 10mila euro, a seconda dei casi. L’associazione di categoria però non ci sta e protesta. Agostino Ingenito, presidente dei gestori di esercizi extralberghieri, accusa: «Pare che non sia chiaro agli accertatori quanto previsto d all’articolo 4 del decreto legge 50/2017 che ha disposto in merito alle locazioni brevi al di sotto dei 30 giorni che non c prevista al momento alcuna presentazione di Scia comunale». Il punto del contendere, dunque, sempre stando a quando dichiara l’Abbac, consisterebbe nel carattere di locazione breve. «Dai riscontri effettuati – spiega infatti l’Abbac – pare risulti che gli accertatori sanzionino gli operatori ricettivi che applicano la modalità di locazione breve ritenendo, a torto, che sia necessaria una Scia di casa e appartamento vacanza». Dunque starebbe qui l’inghippo. Per questo, quindi, l’Abbac chiede un confronto «per consentire di verificare la regolarità amministrativa dei procedimenti sinora adoperati ed evitare in tal modo ricorsi giudiziari che genererebbero ulteriore confusione nel settore». Da tempo l’Abbac chiede un ’azione contro le strutture presenti sul territorio che eserciterebbero abusivamente funzioni di bed and breakfast. «L’auspicio – conclude l’associazione di categoria – è che si possa procedere ad un tavolo di confronto al fine di definire azioni sinergiche contro l’abusivismo ricettivo».

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti