GOLFO DI SALERNO: SEQUESTRATI GLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE DI AMALFI E PRAIANO

No Any widget selected for sidebar

condividi in facebook

Sequestrati dalla Procura di Salerno gli impianti di depurazione di Amalfi e Praiano
Nel mirino degli inquirenti il corretto funzionamento dei
depuratori con gli scarichi versati direttamente in mare con
conseguente rischio per la salute dei bagnanti, e non
solo. Il sindaco di Praiano  Giovanni Di Martino, l’attuale sindaco di Amalfi  e quello precedente, rispettivamente Daniele Milano e Alfonso Del
Pizzo, sono tra gli indagati nell’operazione condotta dai carabinieri
del Noe di Salerno e dalla Capitaneria di Porto di Salerno e
illustrata questa mattina alla procura di Salerno dal
procuratore Corrado Lembo. Al centro dell’inchiesta il cattivo
funzionamento di due depuratori con conseguente sversamento dei
rifiuti direttamente a mare nel cuore della Costiera Amalfitana,
tra i comuni di Amalfi e Praiano. Tra gli indagati ci sono anche
il legale rappresentante, personale tecnico e amministratori
delle società di gestione dei due depuratori della Ausino spa.
Sono stati, infatti, sequestrati un impianto di trattamento
dei reflui urbani situato in località Cieco di Amalfi e la
stazione di sollevamento in località Porto di Amalfi e gli
impianti di trattamento dei reflui urbani del comune di Praiano,
in località Vettica Maggiore e via Roma.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti