LA SPEZIA. OGGI POMERIGGIO I FUNERALI DEL SUB ROSARIO SANARICO

No Any widget selected for sidebar

condividi in facebook

La Polizia di Stato piange un suo grande eroe”.

Così il Questore di Padova Gianfranco Bernabei ricordando l’ispettore morto nella ricerca subacquea del corpo di Isabella Noventa. “L‘Ispettore Superiore Rosario
Sanarico, un gigante buono con esperienza trentennale – ha
proseguito il questore – si era offerto volontario con il suo
consueto impegno e con la forte motivazione che lo
contraddistingueva, per partecipare alle ricerche del cadavere
di Isabella Noventa, alla guida dei suoi uomini del Centro
Nautico e Sommozzatori della Polizia di Stato di La Spezia. Un
grande esempio di senso dello Stato e di dedizione al dovere che
lo ha spinto a sacrificare la sua stessa vita. Siamo tutti
stretti intorno alla moglie Antonella e ai figli Alessio e
Annavera in questo momento di grande dolore”.
– Rosario Sanarico, era nato a Napoli il 10 ottobre 1963 e dopo essere entrato in
Polizia non ancora ventenne, nel 1984 era stato assegnato al
Centro Nautico e Sommozzatori della Polizia di Stato di La
Spezia. Qui ha frequentato il corso per operatore subacqueo come
primo passo di una lunga serie di abilitazioni professionali
conseguite in questo settore operativo che lo hanno portato ad
assumere incarichi di crescente importanza nell’ambito del
nucleo sommozzatori del CNeS di La Spezia.
Nel corso della sua trentennale attività, aveva acquisito una
notevolissima esperienza partecipando ad un gran numero di
interventi, spesso svolti in condizioni ambientali molto
difficili, come ad esempio i soccorsi in occasione del naufragio
della Costa Concordia, tanto da diventare uno dei sommozzatori
della Polizia più esperti e apprezzati anche fuori dall’ambiente
professionale per il suo carattere generoso e leale.
Il suo curriculum professionale vanta anche numerosi
riconoscimenti conseguiti per l’attività svolta tra cui
l’Attestato di Pubblica Benemerenza” come testimonianza per
l’opera e l’impegno prestato in interventi di protezione civile.
Per le sue spiccate doti umane e professionali “Sasa’”,
questo il suo soprannome, era considerato dai dirigenti del
Centro Nautico di La spezia un prezioso collaboratore ed era
diventato un punto di riferimento per tutti i sommozzatori della
Polizia di Stato. I funerali si terranno oggi pomeriggio nella chiesa di San Michele Arcangelo a Pegazzano (La Spezia).

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti