SORRENTO: IN VOLO DAL SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA AL MONALDI DI NAPOLI IN MENO DI VENTI MINUTI

SORRENTO: IN VOLO DAL SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA AL MONALDI DI NAPOLI IN MENO DI VENTI MINUTI

SORRENTO: IN VOLO DAL SANTA MARIA DELLA MISERICORDIA AL MONALDI DI NAPOLI IN MENO DI VENTI MINUTI

condividi in facebook

Sorrento – La Sanità che funziona.  Aveva bisogno di un ricovero d’urgenza in una struttura ospedaliera cardiologica d’avanguardia.  Ad A. G., 61 anni, di Piano di Sorrento, ricoverato alle 22.00 del 20 febbraio nel reparto di cardiologia dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Sorrento con lieve dispnea ed affanno, dopo i vari esami veniva riscontrata un “distacco parziale del tubo protesico causa di insufficienza dell’Aortica di  grado severico” per cui si rendeva necessario un trasferimento urgente in un reparto di cardiologia attrezzato per la risoluzione del problema anche in considerazione che Il paziente aveva già subito una decina d’anni fa, un intervento per “dissacazione aorta ascendente”

Ecco quindi partire dall’ospedale sorrentino un Sos alla centrale del 118 (Cot) deputata alla ricerca immediata di una struttura sanitaria in grado di rispondere adeguatamente alla richiesta di soccorso specialistico per il proprio ricoverato. Superando tutte le difficoltà dell’affollamento dei pochi centri cardiologici d’eccellenza presenti sul territorio della Regione Campania veniva individuato l’ospedale Monaldi pronto a ricevere l’ammalato sorrentino.

L’eliambulaza del 118 di stanza al Cardarelli di Napoli si levava immediatamente in volo per raggiungere il campo sportivo di Sorrento dove, preavvertiti in tempo secondo un protocollo più volte sperimentato, erano presenti automezzi dei Vigili del Fuoco di Piano di Sorrento e la polizia municipale di Sorrento per assicurare servizio antincendio e totale sgombero dell’area per permettere all’ambulanza dell’ospedale cittadino di trasferire sull’elicottero l’ammalato.

A bordo del velivolo della Società Elilombarda che svolge il servizio di elisoccorso oltre ai piloti il rianimatore Hems, dott. Gabriele Pirillo che  subito prendeva in carico, assicurandogli professionale assistenza, il paziente sorrentino, assistito dall’infermiere Francesco Nugnes.

Il rapido e sicuro trasporto ha permesso al sessantunenne cittadino di Piano di Sorrento di raggiungere in tempi brevissimi l’ospedale Monaldi dove può contare su  un’equipe sanitaria altamente  specializzata .

Il “pronto intervento” dell’eliambulanza, favorito dal bel tempo e dalla disponibilità totale del campo di gioco sorrentino, ripropone con sempre maggiore attualità la necessità di realizzare in loco, una piazzola d’atterraggio al servizio esclusivo dell’elisoccorso, abilitata h 24.

Il 3 marzo è prevista la presenza del Governatore De Luca in penisola sorrentina, a Sant’Agnello, per parlare del nuovo ospedale unico di cui è già stato pubblicato il bando per la progettazione.  Speriamo che qualcuno si ricordi di questa necessità “salvavita”.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti