SORRENTO – MARIO GARGIULO, ROMPE IL SILENZIO DOPO QUASI DUE MESI DALLA SUA ESTROMISSIONE DALLA GIUNTA CUOMO E DICHIARA: “IL MIO OPERATO SEMPRE NELL’ESCLUSIVO INTERESSE DI SORRENTO””

SORRENTO – MARIO GARGIULO, ROMPE IL SILENZIO DOPO QUASI DUE MESI DALLA SUA ESTROMISSIONE DALLA GIUNTA CUOMO E DICHIARA: “IL MIO OPERATO SEMPRE NELL’ESCLUSIVO INTERESSE DI SORRENTO””

SORRENTO – MARIO GARGIULO, ROMPE IL SILENZIO DOPO QUASI DUE MESI DALLA SUA ESTROMISSIONE DALLA GIUNTA CUOMO E DICHIARA: “IL MIO OPERATO SEMPRE NELL’ESCLUSIVO INTERESSE DI SORRENTO””

condividi in facebook

SORRENTO – A distanza di quasi due mesi dall’azzeramento della giunta comunale di Sorrento da parte del sindaco Giuseppe Cuomo, con il ritiro delle deleghe e l’annunciata, quanto inaspettata, estromissione di Mario Gargiulo, questo mdi seguito è il comunicato stampa, che lo stesso Mario Gargiulo ha inoltrato agli organi di stampa.
“Il mio operato sempre nell’esclusivo interesse di Sorrento”

Sorrento – 28 aprile 2018.

“Ho sempre operato e continuerò a farlo nell’esclusivo interesse di Sorrento, al di là delle casacche e delle appartenenze. La mia azione politica, però, è sempre stata concertata con il gruppo di maggioranza che guida la città” – è quanto dichiara Mario Gargiulo, esponente della lista civica Il Ponte ed ex assessore della giunta Cuomo.
Rompe il silenzio l’esponente politico dopo la decisione del sindaco Giuseppe Cuomo di ritirargli le deleghe assessoriali, commentando con serenità quanto accaduto negli ultimi mesi: “Chi mi imputa un rapporto con il capogruppo del Pd Mario Casillo, dimentica che il consigliere regionale è stato e continua ad essere uno dei referenti istituzionali privilegiati per la città di Sorrento. Un rapporto che da buon amministratori abbiamo creato all’indomani delle elezioni regionali e amministrative del 2015, mettendo da parte le posizioni politiche e lavorando nell’esclusivo interesse del territorio e della crescita di Sorrento” – spiega Gargiulo.
“Ho letto e ascoltato tante dichiarazioni da parte del Sindaco, ma la verità sul perché della mia esclusione dalla giunta stento a rintracciarla. Del resto proprio all’indomani dell’ufficializzazioni delle candidature per le elezioni politiche del 4 marzo, lo stesso sindaco aveva rilasciato dichiarazioni di forte dissenso e presa di posizione nei confronti di Forza Italia per la sua mancata candidatura. Questo aveva indotto in tutti noi un senso di ‘libertà’ rispetto a chi sostenere” – spiega l’esponente politico che precisa “anche senza deleghe, sto continuando a lavorare per la città di Sorrento seguendo i progetti di Piazza Lauro o degli interventi post frana di Fontanelle, tanto per fare qualche esempio. Il mio impegno, lo dimostrano le tante cose fatte negli anni, resterà sempre lo stesso e nell’esclusivo interesse della crescita del territorio” – afferma Gargiulo.
“Vale la pena ricordare che grazie a questo continuo interfacciarsi con il capogruppo Casillo siamo riusciti a ottenere risposte concrete per Sorrento. Basti pensare al forte interesse per quanto concerne i lavori per il depuratore di Punta Gradelle, i fondi per gli ospedali di Vico Equense e Sorrento che ammontano a circa 1,5 milioni di euro e le risorse stanziate per il percorso meccanizzato, finanziato con 8 milioni di euro da parte della Regione” opera che però aveva creato qualche divergenza e che lo stesso Gargiulo provvede a spazzar via “è un progetto fondamentale per lo sviluppo della città e pensare di estromettere la parte pubblica sarebbe una scelta scellerata”.
Infine l’esponente politico rivolge il suo ringraziamento “alla lista civica Il Ponte che continua a sostenere il mio operato e conferma la sua fiducia nei miei confronti nonostante la decisione del sindaco di ritirare le deleghe a me affidate”.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti