XXVII Giornata Mondiale del Malato: la Regione Campania premia le eccellenze della solidarietà, tante “luci”, ma molte anche le “ombre”.

XXVII Giornata Mondiale del Malato: la Regione Campania premia le eccellenze della solidarietà, tante “luci”, ma molte anche le “ombre”.

XXVII Giornata Mondiale del Malato: la Regione Campania premia le eccellenze della solidarietà, tante “luci”, ma molte anche le “ombre”.

condividi in facebook

NAPOLI – Oggi, lunedì 11 febbraio alle 9,00, in occasione della Giornata del Malato, il Consiglio Regionale della Campania, nell’ Auditorium presso il Centro Direzionale Isola F/13, ha consegnato riconoscimenti a dirigenti sanitari, medici, esponenti del mondo politico e del no profit che hanno promosso servizi a favore delle fasce deboli a livello territoriale con la realizzazione di progetti a favore dei malati.Si tratta di personalità che si sono distinte per l’impegno e la professionalità profuse nella realizzazione di progetti a favore dei malati.

Anche Papa Francesco, nel suo messaggio in occasione della XXVII Giornata Mondiale del Malato, che si svolgerà a Calcutta in India, ha ringraziato tutti gli operatori e le associazioni di volontariato che si occupano di malati affetti da patologie che richiedono cure speciali – si legge in una nota diffusa dagli organizzatori della Giornata Mondiale – “Il volontariato comunica valori, comportamenti e stili di vita che hanno al centro il fermento del donare”. È anche così che si realizza l’umanizzazione delle cure”.

A consegnare i premi sono stati: il Presidente del Consiglio della Regione Campania Rosetta D’Amelio, il presidente della V Commissione Sanità Regione Campania Stefano Graziano, la consigliera Flora Beneduce e il Direttore Generale dell’Associazione House Hospital onlus dr. Sergio Canzanella.

I riconoscimenti sono stati attribuiti al professor Adolfo Gallipoli, Presidente Lega Italiana Lotta Tumori sezione Napoli; a Emilia Fiorello, Presidente Associazione Meridionale Donne Operate al Seno; a Raffaella Pannuti, Presidente della Fondazione A.N.T. onlus, a Vincenzo Brescia Morra, Direttore del Centro di Riferimento Regionale per la Sclerosi Multipla Università di Napoli Federico II. Ancora, saranno premiati: Armando De Martino, Presidente Associazione Comitato 1 Hospice per Eboli e Amici dell’Ospedale Maria Santissima Addolorata onlus; Imma Pastena, Presidente dell’Associazione Arcobaleno della Vita onlus; Elisa Spagnuolo, Presidente A.I.P.A. onlus; Caterina Musella, Presidente A.I.M.A. Regione Campania; Salvatore Galeone, Presidente Cooperativa Percorsi per Crescere onlus; Massimiliano D’Aiuto, Direttore Scientifico Associazione Underforty onlus, Gaetano D’Oonofrio, Direttore Sanitario A.O.U. Federico II; Valeria Rotoli, Presidente A.I.L. sezione Napoli e Vincenzo Mirone, Presidente Fondazione PRO onlus. L’evento è stato trasmesso in diretta streaming sul sito web del Consiglio della Regione Campania.

QUALCHE CONSIDERAZIONE A MARGINE…

“La Giornata Mondiale del Malato è l’occasione per far conoscere ai cittadini le tante eccellenze della solidarietà che percorrono ogni giorno in lungo e in largo il nostro territorio ma anche per accendere un faro sulla burocrazia che ancora frena il processo di attuazione di altrettante leggi regionali, che vengono sistematicamente approvate e finanziate dal Consiglio regionale ma la cui efficacia si disperde successivamente tra i rivoli dell’Amministrazione di Santa Lucia, con un grave contraccolpo per l’utenza e gli operatori”. Lo dichiara Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale a margine delle celebrazioni presso la sede del Parlamentino campano in occasione della Giornata Mondiale del Malato.

“Un momento dopo l’insediamento in Consiglio mi sono adoperata perché le istanze delle associazioni, degli enti di volontariato, di tutti coloro che si occupano a vario titolo di solidarietà e dell’aspetto socio-sanitario della vita pubblica campana fossero rappresentate nella massima assemblea legislativa regionale sotto forma di proposte di legge. Testi su cui c’è sempre stata l’intesa tra le forze politiche, indipendentemente dall’appartenenza, ma su cui pesa come un macigno oggi, ad un anno dalla conclusione della consiliatura, il ruolo della burocrazia regionale”, spiega la consigliera azzurra.

“Mi auguro che il Consiglio possa al più presto far luce ed interrogarsi su cosa accada un momento dopo l’approvazione delle leggi, a riflettori spenti, negli uffici dell’Amministrazione regionale. Decreti attuativi che mancano, regolamenti che tardano ad arrivare, variazioni di bilancio che tolgono fondi a settori nevralgici della società campana e tutto ciò dopo che l’assemblea regionale, il massimo organo legislativo della Campania, ha all’unanimità votato quei testi. Oggi ci siamo resi conto, con grande rammarico, che spesso non è il mondo del volontariato a venire meno ma le istituzioni pubbliche, che stentano a dare quelle risposte per cui sono nate e che devono ai cittadini”, conclude Flora Beneduce.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti