MASSA LUBRENSE, VIA CAMPANELLA: ABUSIVISMO EDILIZIO NELL’AZIENDA AGRICOLA “LE PERACCIOLE”

No Any widget selected for sidebar

condividi in facebook

OPERE ABUSIVE A RIDOSSO DELLA VIA MINERVIA, LA STRADA DI COLLEGAMENTO TRA LA FRAZIONE TERMINI E PUNTA DELLA CAMPANELLA, BALZATA ULTIMAMENTE AGLI ONORI DELLE CRONACHE PER LE NUMEROSE CONTESTAZIONI DA PARTE DI AMBIENTALISTI E ASSOCIAZIONI DI SALVAGUARDIA E TUTELA DEI BENI CULTURALI PER I LAVORI DI AMPLIAMENTO E RIFACIMENTO DELL’ANTICO PERCORSO.AI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI SORRENTO NON SONO SFUGGITE OPERE ABUSIVE REALIZZATE A VALLE DELL’ ANTICA STRADA ROMANA DAL TITOLARE DELL’AZIENDA “LE PERACCIOLE”, ALFONSO IACCARINO, PLURISTELLATO CHEF DI MASSA LUBRENSE, FAMOSO IN TUTTO IL MONDO CHE HA SEMPRE VANTATO, TRA L’ALTRO, DI USARE PRODOTTI PARTICOLARI, COLTIVATI PER LAPPUNTO NELL’AZIENDA AGRICOLA A RIDOSSO DELL’AZZURRO MARE CARO ALLE SIRENE.POLLAIO, TETTOIE PER ALLOGGIO MEZZI ED ATTREZZATURE AGRICOLE, PAVIMENTAZIONE, FILARI DI TUBOLARI A SOSTEGNO DI ARNIE CON API, SERBATOIO IN ACCIAIO PER DEPOSITO ACQUA.  IL TUTTO REALIZZATO SENZA ALCUNA AUTORIZZAZIONE COSI’ COME ALTRI PRECEDENTI ABUSI (L’ULTIMO, TRA I TANTI, DEL MARZO 2004 FA RIFERIMENTO A 5 BOX IN MURATURA DA ADIBIERE A PORCILAIA) REALIZZATI IN UNA ZONA OGGETTA DI NUMEROSI VINCOLI.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti