MASSA LUBRENSE, CHARTER NAUTICI: SODDISFAZIONE DEL SINDACO BALDUCELLI SU SOSPENSIVA TAR

MASSA LUBRENSE, CHARTER NAUTICI: SODDISFAZIONE DEL SINDACO BALDUCELLI SU SOSPENSIVA TAR

MASSA LUBRENSE, CHARTER NAUTICI: SODDISFAZIONE DEL SINDACO BALDUCELLI SU SOSPENSIVA TAR

condividi in facebook

“Il TAR Campania ha fatto giustizia sulla questione dei charter del mare ed accogliamo con soddisfazione la sospensiva che è stata accordata”. Questo il commento del Sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli all’indomani della pubblicazione del TAR Campania di Napoli dell’ordinanza che sospende i provvedimenti impugnati. Tutto ruotava attorno alle Ordinanze dei Circondari marittimi della Campania, coordinati dalla Direzione Marittima regionale che, facendo seguito ad una circolare congiunta della Direzione Generale dei trasporti marittimi, unitamente al Comando Generale delle Capitanerie di Porto, regolamentava in modo molto stringente il settore del charteraggio dei natanti ed impedendo di fatto le attività per centinaia di imprenditori di Massa Lubrense e dell’intera Penisola Sorrentina.

“Davanti allo spettro della disoccupazione di tanti giovani imprenditori -continua Lorenzo Balducelli- convintamente ci siamo costituiti, insieme al Comune di Sorrento, al fianco degli operatori che in prima istanza si sono rivolti al Comune per manifestare il loro disagio. Le nostre ragioni sono state accolte in sede di giudizio cautelare, ora dobbiamo pensare al giudizio di merito”.

Già in passato le Amministrazioni comunali della Penisola Sorrentina guidate dal sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli, con il presidente dell’Area marina Protetta Punta Campanella Michele Giustiniani, il Presidente del Consiglio Comunale di Sorrento Stefano Marzuillo e l’assessore del Comune di Sant’Agnello Giuseppe Gargiulo si sono incontrate con il contrammiraglio Arturo Faraone Direttore Marittimo per la Campania. L’incontro molto cordiale rimandò di fatto al giudizio del tribunale amministrativo. Ora la svolta che dà serenità a tanti operatori e tante famiglie.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti