Francesca Fiodo: i suoi 18 anni in piena pandemia

condividi in facebook

I 18 anni rappresentano la svolta nella vita di ogni giovane: anche se la scelta della data del raggiungimento della maggiore età è arbitraria e convenzionale, perché l’ingresso nella maturità è assolutamente personale e differente da individuo a individuo, il diciottesimo compleanno di fatto sancisce l’acquisizione di una serie di diritti propri dell’età adulta come il voto, il passaporto, la gestione dei propri soldi senza l’autorizzazione dei genitori. Per questo è consuetudine organizzare delle magnifiche feste per brindare al meraviglioso traguardo in compagnia di amici e parenti. Purtroppo l’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid 19 ha impedito questa gioia a tanti neo-diciottenni, dato che tra i cardini delle misure di contenimento dei contagi ci sono distanziamento sociale ed evitamento di situazioni di assembramento. Ma Maria Marciano, l’intraprendente mamma della neo-diciottenne Francesca Fiodo, non si è voluta arrendere nemmeno alla pandemia per festeggiare degnamente la figlia. Un traguardo davvero speciale per una bambina che nacque talmente prematura che poterlo celebrare non appariva, all’epoca, affatto scontato. Da insegnante, rodata dalla didattica on line, Maria ha imparato in questi mesi le straordinarie capacità del web nel consentire di stare assieme e condividere esperienze di qualità anche a distanza. E così ha organizzato una festa a sorpresa virtuale con tutte le persone più significative della vita di Francesca sulla piattaforma Google Meet. Ecco il suo invito che ha volato, tra sorpresa ed entusiasmo, su tanti whatsapp:

Ciao, sono Maria, la mamma di Francesca Fiodo

Domani Francesca compie 18 anni 🎂e siccome non mi faccio fermare da un virus💪🤢ho deciso di farle una sorpresa🎁…una festa on-line🎊🎈🎉 con tutte le persone importanti della sua vita😍 tu sei tra queste😃 e se vuoi contribuire alla sorpresa domani digita su Google un link che ti invierò alle ore 19:00

Per connetterti alla videochiamata devi essere solo in possesso di un account Google. Spero di vederti …a domani!

Abbiamo aderito tutti: da casa sua Francesca, emozionatissima e felice, ha spento le candeline e tagliato la torta accanto a mamma, papà Massimo, la nonna Renata e la cugina Maritè, mentre parenti e amici da ogni casa della Penisola sorrentina e d’Italia hanno intonato cori di auguri festosi. Eh sì, perché la pandemia ha insegnato questo alle mamme: a trovare soluzioni creative e innovative per non sprecare nessuna opportunità per i propri cuccioli, nemmeno nelle situazioni più buie. E un momento buio per la famiglia Fiodo questo lo è profondamente: il 12 ottobre è volato in cielo il nonno di Francesca, il mitico Ingegnere Fiodo, un professionista impagabile, puro talento nel suo lavoro e con una passione inesausta fino alla fine, ma anche un galantuomo di rara e antica signorilità, una persona ironica e brillante, preparata e misurata che con bonarietà, garbo e gentilezza sapeva sempre trovare la giusta soluzione e le parole di pace. E per noi familiari, la moglie Renata, i figli Massimo e Marco, i loro figli Francesca con la mamma Maria Marciano e Massimo e Maritè con la mamma Bianca Acampora, la sorella Carmelina (mia madre) e i nipoti (io, Carlo, e Gigliola Alfaro, Fabrizio, Alessandra e Roberta Guastafierro), un punto di riferimento speciale sempre presente in ciascun momento della nostra esistenza, guida sapiente e discreta che ha saputo donarci la purezza di un amore sconfinato e autentico. Per Francesca, prima nipote, è stato la persona che l’ha fatta sentire sempre adorata come una principessa e che più di ogni altro avrebbe voluto accanto a sé in questa ricorrenza speciale. E allora anche nell’atmosfera festosa della piattaforma animata da volti e voci si è respirato anche un senso di dolce malinconia. Malinconia fatta di mancanza del poter stare insieme, nostalgia del tempo passato che è volato come beffandoci, rimpianto per chi non c’è più e con la sua assenza ha creato un “dopo” che non sarà mai più lo stesso di prima. E il pensiero del posto di nonno Saverio vuoto accanto a Francesca ruba una lacrima. Ma poi vedere Francesca così raggiante ci fa capire che, anche dal cielo, qualcuno le sta sorridendo.

Carlo Alfaro

Carlo Alfaro

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti