MASSA LUBRENSE, NERANO: LE IANARE ABITANO LI’

MASSA LUBRENSE, NERANO: LE IANARE ABITANO LI’

MASSA LUBRENSE, NERANO: LE IANARE ABITANO LI’

condividi in facebook

( di Maria Gargiulo) – Tra le storie e le leggende di N’erano ( Massalubrense) un piccolo borgo ricco di storia e contaminazioni culturali c’è quella del mito delle Janare.

Mio padre mi raccontava con fare affabulatorio che nel dopoguerra molti uomini di Nerano vista la “fame” emigrarono, così nacque la leggenda che alcune donne avevano la capacità di tramutarsi in una sorta di arpie che riuscivano ad attraversare il mare per controllare o cercare i mariti delle donne rimaste sole al borgo!

La tradizione popolare racconta che le Janare si cospargevano di un’unguento magico che le permetteva di volare!

C’è un aneddoto a fine moralistico e forse anche maschilista che narra di un’uomo che scopri’ di avere la moglie Janara, quindi per punirla sostituì l’unguento della boccettina in acqua, quando la donna si cosparse dell’intruglio invece di volare cadde rovinosamente giù, il marito nel soccorrerla disse: “meglio na’ muglier’ che coss’ rott’ che ma Janara”.

Diversa è l’opinione di Gaetano Amalfi il quale, nel testo Tradizioni ed usi nella penisola sorrentina ritiene la Janara una strega essenzialmente malefica, la Janara è una donna che ha ottenuto un potere soprannaturale grazie ad un patto con il diavolo. Pettegoleggia, si stizzisce, sì vendica , è gelosa.
A Massalubrense, nel periodo tra settembre e ottobre i cacciatori di quaglie si recavano presso la località ” prete janche”, tale posto era l’ideale, così armati di coppi  e citilene praticavano la caccia alle quaglie soprattutto di notte.
Questo luogo era anche il ritrovo delle Janare la cui esistenza e identità non sono mai state verificate: non si sa’ se erano delle persone fisiche oppure di altra natura. Durante la notte accadevano degli episodi strani, dai racconti dei cacciatori di evince infatti che a volte si creavano dei vortici d’aria anche a tempo atmosferico ottimale, seguiti da fischi ed apparivano dei grossi volatili.
Chissà quante storie e credenze conoscono gli anziani di Nerano racconti di streghe e di donne uccello il mito continua…..poi chi vuole avvicinarsi a questo mondo fantastico ed ancestrale consiglio la lettura di “Così fa’ anche il lupo” scritto da Licia Giaquinto

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti