TERMINI DI MASSA LUBRENSE: DOMENICA 27 IL RICORDO DI DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO DI DON SAVERIO CASA ED ELIA FONTANA

TERMINI DI MASSA LUBRENSE: DOMENICA 27 IL RICORDO DI DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO DI DON SAVERIO CASA ED ELIA FONTANA

TERMINI DI MASSA LUBRENSE: DOMENICA 27 IL RICORDO DI DON SALVATORE CASTELLANO IN UN LIBRO DI DON SAVERIO CASA ED ELIA FONTANA

condividi in facebook

 

“La vita non ha termine. Termini e il suo parroco Don Salvatore Castellano”, Trent’anni di storia locale raccontata in un libro che  sarà presentato domenica 27 giugno alle ore 20.00 nella piazza di Termini.
Il ricordo di una figura carismatica per la Termini del secolo scorso a cura dell’instancabile don Francesco Saverio Casa, sacerdote dei giorni nostri ma di solida ed “antica ” formazione  ed Elia Fontana.
Con i contributi di MONS. MICHELE FUSCO vescovo di Sulmona – Valva, nativo di Piano di Sorrento la medesima città che ha dato i natali al parroco Don Salvatore per trent’anni alla guida della Parrocchia di Santa Croce, e di Gennaro Galano.
Edito dall’antica Stamperia Petagna di Sorrento, il volume ripercorre tutte le tappe della missione di un parroco bello, buono, vero.
Elia Fontana memoria storica della frazione di Termini e Don Francesco Saverio Casa Rettore della Chiesa di San Paolo in Sorrento che ha avuto in sorte di conoscere le nipoti di Don Salvatore, hanno desiderato vivamente e in piena pandemia con l’ausilio delle stesse nipoti, Maria e Giuseppina, offrire a quanti sta a cuore la cura della memoria storica, un loro lavoro fatto di passione e pazienza perché l’opera scritta fosse anche finalizzata a recuperare il patrimonio artistico della Chiesa di Mitigliano con la vendita del testo.
Grazie ai documenti scritti per lo più omelie conservate dalla famiglia Castellano, si è potuto risalire tappa per tappa agli inizi di una storia meravigliosa fino a giungere al 27 giugno 1983, giorno della morte dell’indimenticabile “Parroco di Termini”….
Le correzioni del testo sono state affidate al Prof. Salvatore Ferraro di Vico Equense, mentre a Gennaro Galano è toccato il compito di focalizzare la figura del parroco don Salvatore calandolo nella realtà storico e sociale della frazione di Termini.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti