NAPOLI: E’ MORTO FRANCESCO DE NOTARIS, GIA’ SENATORE DELLA REPUBBLICA

NAPOLI: E’ MORTO FRANCESCO DE NOTARIS, GIA’ SENATORE DELLA REPUBBLICA

condividi in facebook

Era ricoverato in ospedale milanese dove è morto nelle prime ore del pomeriggio di oggi 28 ottobre.

Francesco De Notaris, 77 anni, senatore della Rete nella XII Legislatura nel Collegio 11- Castellammare di Stabia, era per noi tutti colleghi dell’Ufficio Stampa e Bollettino della Regione Campania, qualcosa di più di un amico.

Era il nostro interlocutore nelle battaglie quotidiane per la tutela ed il rispetto del nostro ruolo di giornalisti, Il fratello maggiore a cui rivolgersi per consigli,  e soprattutto per vedere riconosciuti i diritti dell’essere cittadini in un mondo di prevaricazioni quotidiane.

Da Senatore è ricordato, tra l’altro, per essere stato Capogruppo in Commissione Affari costituzionali, nella presidenza della Commissione di Indirizzo e Vigilanza sui Servizi Radiotelevisivi, tra i primi a presentare interrogazione sulla morte della giornalista Ilaria Alpi e presntatore del disegno di legge sull’Obiezione di coscienza al Servizio militare. Attualmente era Vice Segretario Nazionale Vicario dell’Associazione “Antonino Caponnetto”.

Spesso in penisola dove ancora seguiva le vicende politic0 -amministrative (venne eletto  Senatore nel 1994) e da appassionato uomo di cultura (presente al Premio Caruso a Sorrento, al Premio Capri San Michele, tanto per citarne qualcuno), a Massa Lubrense, che frequentava soprattutto nel periodo estivo insieme alla moglie Tonia e la famiglia dell’amico fraterno Massimo Milone.

L’Assise della Città di Napoli  e del Mezzogiorno d’Italia, fondate da Gerardo Marotta e di cui è stato coordinatore scrivono “De Notaris, Senatore della Repubblica nella dodicesima legislatura per la Rete, è stato uno dei pochissimi parlamentari che negli ultimi quarant’anni hanno onorato il Parlamento ponendosi a servizio esclusivo  dell’interesse pubblico”.

Noi abbiamo avuto il privilegio, poco tempo fa, prima del ricovero a Milano, di prendere un caffè con lui nella sua Santa Lucia, a Napoli e lo ricordiamo, con tanto affetto, commozione e riconoscenza.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti