MASSA LUBRENSE: A GENNAIO PARTONO I LAVORI PER LA BRETELLA DI SVINCOLO DI PIAZZA VESCOVADO

MASSA LUBRENSE: A GENNAIO PARTONO I LAVORI PER LA BRETELLA DI SVINCOLO DI PIAZZA VESCOVADO

MASSA LUBRENSE: A GENNAIO PARTONO I LAVORI PER LA BRETELLA DI SVINCOLO DI PIAZZA VESCOVADO

condividi in facebook

Per la bretella di svincolo del centro di Massa Lubrense arriva l’approvazione da
parte dell’ Amministrazione Comunale del progetto esecutivo e viene subito indetta
la gara di appalto.
La svolta nei giorni scorsi quando l’Ufficio Lavori pubblici del Comune, diretto
dall’ingegnere Antonio Provvisiero, ha concluso tutto l’iter burocratico per
l’approvazione del progetto ed ha indetto la gara di appalto. I lavori previsti per un
importo di 920.000 euro saranno affidati entro il prossimo mese di gennaio.
La strada di svincolo che permetterà di bypassare il centro di Massa Lubrense ai
mezzi pesanti e di chiudere Piazza Vescovado in occasione di manifestazioni e
concerti ha una storia lunghissima. I primi atti risalgono addirittura al 2004. Le
ultime modifiche al progetto preliminare sono state apportate nel 2018 con
l’indicazione da parte dell’Amministrazione comunale di Massa Lubrense, guidata da
Lorenzo Balducelli, di modificare il bivio troppo angusto, previsto tra l’imbocco di via
Molini e l’Hotel Central Park con una grande rotatoria dove i mezzi pesanti e le
autovetture potessero più agevolmente svoltare. Le indicazioni sono state recepite
dal progettista dell’opera l’ingegnere Carmine Sessa ed è stato approvato prima il
progetto definitivo e poi quello esecutivo. Difficoltoso l’iter per il parere favorevole
della Soprintendenza di Napoli che per in un primo momento ha prescritto per i
contenimenti della strada delle scarpate in terreno che avrebbero però avuto di
riflesso un notevole consumo di suolo proprio del vicino agrumeto. Davanti a questa
possibilità la Soprintendenza ha dato il via libera ai muri di contenimento.
Soddisfatto il sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli: ”All’inizio del mio
mandato esisteva una progettazione non cantierabile dell’opera, mancava la
disponibilità delle aree e soprattutto mancavano i finanziamenti. Con l’Ufficio Lavori
Pubblici è stato fatto un lavoro certosino, avviato dal compianto assessore Aldo
Insigne. Abbiamo chiuso una serie di vecchie opere pubbliche, utilizzando i residui
non spesi dei rispettivi mutui, dove il Comune pagava addirittura gli interessi. Dalla
sommatoria dei residui abbiamo realizzato la somma sufficiente alla realizzazione
dell’opera. Il bivio -continua il sindaco Balducelli- nella confluenza tra via Molini e via
Massa Turro, poco agevole per il traffico è stato modificato con una rotatoria. Inoltre
abbiamo acquisito un primo terreno e grazie alla
grande disponibilità della famiglia
Vespoli e di Amedeo Gargiulo abbiamo avuto la cessione bonaria degli altri due suoli
necessari. Sono enormemente grato ad Amedeo Gargiulo e alla famiglia Vespoli per
la grande disponibilità ed il loro attaccamento al bene del paese. Tale operazione è di
enorme importanza perché con la cessione volontaria e non con l’esproprio forzoso
non ci saranno ricorsi ed intoppi che rallenteranno l’opera. Abbiamo dialogato con
molta chiarezza con la Soprintendenza che ha accolto le nostre ipotesi progettuali
tutte orientate nella direzione del minor consumo di suolo. Grazie a tutto questo
lavoro -conclude Lorenzo Balducelli- siamo arrivati oggi all’indizione della gara di
appalto e speriamo di affidare già a gennaio i lavori”.

Gaetano Milone

leave a comment

Create Account



Log In Your Account



shares
Vai alla barra degli strumenti